Uniswap, registrati scambi settimanali da record e raggiunge i 10 miliardi di dollari

Uniswap, piattaforma di exchange decentralizzata, non accenna a fermare la sua corsa e dopo l’anno scorso, segna un nuovo record. Questa settimana il volume di transazioni cumulative ha superato 10 miliardi di dollari.

Cifre da record per l’exchange decentralizzato Uniswap, che ha imposto il suo primato sul volume di transazioni effettuate questa settimana. Infatti grazie all’esplosione della Finanza Decentralizzata il traguardo raggiunto da Uniswap è solo l’ultimo di una serie di successi.

L’aumento dei volumi settimanali sulla piattaforma è del 25,7% e, secondo lo stesso fondatore Hyden Adams, mantenendo il rito attuale si potrà raggiungere anche la cifra di 500 miliardi di dollari all’anno.

Tuttavia ad insidiare la posizione di Uniswap ci sarebbero piattaforme come PancakeSwap e Mdex, che nello stesso periodo di 24 ore hanno elaborato transazioni per 3 miliardi di dollari. Vediamo quindi di capire a cosa è dovuta la crescita di Uniswap e se gli scambi su DEX sono un fenomeno o una vera tendenza.

Prima di procedere con il resto dell’articolo vi ricordiamo che è possibile fare trading sulle criptovalute in modo sicuro utilizzando piattaforme regolamentate come eToro.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui.

Uniswap e le crescite da record

Uniswap ha superato il record di transazioni settimanali per un valore di 10 miliardi di dollari. Ma a cosa è dovuto questo importante aumento? Nello specifico possiamo dire che sono due i motori del successo di Uniswap.

Da un lato abbiamo la crescita esponenziale della Finanza Decentralizzata e la diffusione di yelad farming di token. Dall’altro il lancio del token UNI di Uniswap, che ha attivato moltissimi utenti e li ha attirati verso la piattaforma. Bisogna però ricordare che Uniswap è leggermente diverso dalle altre piattaforme centralizzate.

Qui infatti i token, prima di essere effettivamente quotati, devono rispettare precisi fattori come livello di sviluppo de progetto o liquidità e normalmente che token o cripto rispettino questi requisiti. Ed è proprio qui che si pone Uniswap, che grazie alla sue caratteristiche è diventata una piattaforma dove scambiare token DeFi e ha incrementato il valore dei suoi scambi.

Poco più tardi Uniswap è riuscita a superare Coinbase, sempre per quanto riguarda il volume giornaliero di transazioni, arrivando al picco di 426 milioni di dollari, contro i 348 di Coinbase. Da quel momento le due piattaforme sono rimaste fianco a fianco, almeno rispetto a questa metrica.

Per approfondimenti: Come comprare Uniswap.

Perché gli utenti scelgono Uniswap?

Nonostante esistano diverse alternative per quanto riguarda gli exchange, molti utenti hanno deciso di orientarsi verso Uniswap. Questa piattaforma infatti è particolarmente indicata per gli investitori che vogliono investire su progetti DeFi, nuovi o che stanno ancora emergendo.

Di conseguenza su Uniswap è possibile trovare delle vere e proprie occasioni di investimento, che non sono ancora disponibili su exchange come Coinbase o Binance.

Ma a favorire il successo e l’interesse verso Uniswap è stato anche il rilascio retroattivo di 400 token UNI, che negli ultimi sei mesi sono cresciuti raggiungendo il valore di 12.000 dollari. Inoltre già nel 2020 Uniswap era tra i pochi mercati rialzisti della Finanza Decentralizzata, arrivando a registrare volumi di scambi cumulativi che superano i 100 miliardi di dollari.

Bisogna comunque ricordare che il protocollo decentralizzato di Uniswap e il suo token UNI, per funzionare richiedono Ethereum. In questo modo sono definite anche le regole per i token e per la sicurezza in generale. Di conseguenza se la congestione dovesse aumentare il prezzo per eseguire una transazione, ci potrebbero essere ritardi o commissioni molto alte, con un grosso impatto sugli utenti.

Uniswap, fenomeno o tendenza?

Abbiamo visto come Uniswap sia riuscita a superare altre piattaforme di scambio DEX per volume di transazioni giornaliere. Questo porta a chiedersi se si tratti solo di un fenomeno o di una vera e propria tendenza.

Certo la velocità di crescita della piattaforma potrebbe far pensare solo ad un trend passeggero. Tuttavia bisogna notare come le cifre raggiunte da Uniswap arrivino in concomitanza dei rallentamenti subiti dallo yeld farming e della smania dei token governace.

Di conseguenza viene davvero facile pensare che l’exchange decentralizzato potrebbe essere una tendenza di lungo periodo. Inoltre a rafforzare questa ipotesi c’è la crescita ben al di sopra dei volumi transitati, superiori anche al record registrato a settembre, ovvero 24 miliardi di dollari.

Anche gli analisti di Ethereum sono della stessa opinione e sostengono che tutto questo rifletta l’attuale indole positiva degli investitori. Questo sentimento infatti si allarga sia rispetto ad Ethereum che nei confronti di Uniswap.

Inoltre se gli investitori avessero ascoltato chi sosteneva che gli exchange decentralizzati su questa piattaforma erano una moda, cosa direbbe oggi davanti ai quasi 24 miliardi di dollari di transazioni processate?

Perciò, se Uniswap dovesse continuare di questo passo, possiamo aspettarci un contesto simile.

Nel frattempo se volete investire in criptovalute in maniera sicura vi consigliamo eToro, un broker regolamentato che offre delle caratteristiche molto interessanti come il copy trading e una interfaccia molto interessante.

Per iscriverti su eToro clicca qui e visita il sito ufficiale.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here