NFT Non fungible tokens: cosa sono e come funzionano [2021]

Il settore crittografico sta vivendo una forte espansione, non solo per quanto riguarda monete e protocolli digitali. Infatti tra i tanti strumenti prodotti dalla Finanza Decentralizzata possiamo trovare anche i token NFT.

Queste particolari monete, grazie alle loro caratteristiche intrinseche, come l’unicità, hanno trovato diverse applicazioni nelle blockhain, come anche nel mercato dell’arte, in quello sportivo e non solo. Vediamo quindi di capire cosa sono e come funzionano i token NFT, analizzando anche gli aspetti tecnici e giuridici delle monete non fungibili.

Per fare trading sulle criptovalute è consigliabile sfruttare le piattaforme CFD come ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) che offre il trading sulle principali criptovalute in circolazione.

Per saperne di più sui servizi di eToro potete visitare il sito ufficiale qui.

NFT: cosa sono

Come molto spesso accade in finanza, NFT è in realtà un acronimo per Non Fungible Token, ovvero uno strumento non replicabile e non sostituibile.

Insomma non si tratta di un normale token, come quelli che possono essere trovati e scambiati sugli exchange, ma di uno strumento che si distingue per la sua individualità. Per dirlo in altre parole un bene, o strumento, fungibile come ad esempio una banconota può sempre essere scambiato con un’altra banconota i pari valore e valuta.

Come funzionano i Non Fungible Tokens o NFT?

Ovviamente se il denaro è integro e autentico. Al contrario un token non fugibile possiede una marca digitale, ossia un vero e proprio certificato di autenticità e unicità. Inoltre gli NFT sono associati ad un contenuto digitale, del quale riescono a garantire e conservare tutte le caratteristiche.

Per questo quando si entra in possesso di un token NFT vengono rilasciati un certificato di genuinità del prodotto contenuto e uno di proprietà del token stesso. I certificati sono rilasciati dalla blockchain che rilascia il token e, grazie a questo meccanismo, gli NFT sono paragonabili a dei pezzi unici, che non possono essere scambiati tra loro. Ed in questo è fondamentale l’utilizzo della Defi (decentralized finance).

Piattaforme per investire in criptovalute

Se volete investire in criptovalute vi consigliamo le migliori piattaforme di trading per farlo:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy trading
66% dei conti al dettaglio perde soldi
Copy fundsISCRIVITI
Servizio CFD
72% dei conti al dettaglio perde soldi
Conto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di broker registrati in Consob e dunque il massimo della sicurezza.

Come funzionano i Non-fungible token

I token NFT sono strettamente legati alla blockchain, ovvero una particolare tecnologia che consente di conservare e trasmettere informazioni digitali. Ma non solo perché questo protocollo funziona come un vero e proprio registro digitale, utilizzato tra l’altro da moltissime criptovalute, prima tra tutte Bitcoin.

A questo proposito possiamo notare come gli NFT abbiano un funzionamento simile a quello di Bitcoin, ma a differenza delle altre criptovalute, non possono essere scambiati tra loro. Questo è dovuto al fatto che non possono esistere due token NFT identici o che corrispondano allo teso valore.

Inoltre gli NFT sono indivisibili, perciò non possono essere suddivisi in unità più piccole e quindi possono esistere solo come oggetto intero. Sono poi indistruttibili visto che i loro dati sono archiviati direttamente sulla blockchain, e tramite smart contract. Rispetto alla compravendita dei token NFT, possiamo dire che può avvenire utilizzando valute differenti, come dollaro o euro, questo perché le blockchain attestano l’autenticità dei token, ma non il loro scambio.

Per questo nell’ultimo periodo sono nati moltissimi marketplace di NFT, ovvero piattaforme di compravendita di token non fungibili. Tra queste prossimo citare Nifty Gatewat, OpenSea, Known Origin, ma ne esistono molte altre.

👍 Cosa sonoNon Fungible Token, strumenti non replicabili e non sostituibili. Sono associati ad un bene digitale insieme ad un certificato che ne attesta la unicità. Sfruttano la blockchain.
💻 CaratteristicheSicurezza, Unicità, Autenticità
💰TokenNFT
🥇Migliore piattaforma per criptovaluteeToro
🥇Miglior exchange per scambiare NFTBinance

Dove comprare Non-Fungible Token

Se avete intenzione di acquistare un token NFT le scelte che si conformano davanti a voi sono davvero molto diverse. Online infatti è presente un ampio ventaglio di alternative, che andremo ad approfondire.

Uno dei servizi più popolari è OpenSea, basato su Ethereum, si pone sul mercato come il più grande marketplace di NFT presente, anche se in realtà esistono altre alternative. In ogni caso per poter utilizzare questa piattaforma, che può offrire una vasta gamma di token NFT su cui investire, sarà necessario possedere un wallet basato su Ethereum.

Questo perché, come abbiamo anticipato, OpenSea, si base su questa blockchain. Una volta che avrete creato e settato il vostro portafogli virtuale, potrete acquistare i primi ether da spendere in non-fungible tokens presenti sul marketplace.

Un’altra possibilità per operare con i token NFT è quella di creare un NFT, direttamente attraverso OpenSea, o altre piattaforme come Rarible. In questo modo lo smart contract che contiene la nostra opera verrà sigillato ad un prezzo che varierà al cambiare dei costi di transazione su Ethereum, che attualmente si aggirano intorno a 50 euro.

Esistono poi piattaforme dedicate agli artisti cme Nifty Gateway, che permette di selezionare gli artisti che possono esporre sul proprio sito. Ci sono poi numerosi marketplace specializzati, come quelli dedicati ai memorabilia dell’NBA, acquistabili sul sito NBA Top Shot, o CryptoKitties per chi desidera possedere uno dei gattini crittografici, esplosi come trend nel 2017.

La piattaforma eToro

eToro è uno dei migliori broker online per il trading, ma offre anche la possibilità di comprare criptovalute con modalità diverse. Infatti questa piattaforma permette ai suoi utenti di acquistare valuta digitale sia in modo diretto, appoggiandosi a eToroX, oppure tramite CFD.

In questo caso sarà possibile operare tramite strumenti sottostanti, che replicano l’andamento del titolo da cui derivano, e di conseguenza vendere allo scoperto guadagnando sia che il mercato salga, sia che scenda. Ciò che ha reso celebre eToro però sono le funzioni di Copy Trading e Social Trading, due strumenti nuovi che permettono anche ai trader inesperti di investire e guadagnare. Infatti utilizzando il Copy Trading potrete copiare le strategie e le posizioni dei trader più bravi.

In questo modo sarà possibile apprendere le meccaniche e i segreti dei migliori investitori e, al tempo stesso, guadagnare. A questo bisogna aggiungere la sezione di eToro dedicata allo scambio di informazioni, il Socia trading. Si tratta di un vero e proprio forum dove è possibile condividere informazioni, opinioni o consigli sul mercato e sull’andamento dei vari asset.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.

Progetti che supportano NFT

Sul mercato esistono diversi progetti che supportano e sviluppano token NFT, ognuno incentrato su diverse tipologie di moneta unica. Vediamo una panoramica generale dei maggiori servizi disponibili sul mercato.

Theta è una piattaforma verticale e piuttosto distribuita, che propone una blockchain in grado di offrire supporto allo streaming video.

Per comprendere la capacità di questo servizio possiamo notare come abbia già riscosso forte interesse da parte di colossi come Apple, Google o Binance. Theta punta a premiare gli utenti che condividono i video streaming attraverso l’omonimo token.

Accanto a questa piattaforma possiamo trovare la nota Binance, exchange di criptovalute che può vantare il volume di scambi più alto del 2021. Binance è stato fondato da Changpeng Zhao, sviluppatore che aveva precedentemente creato software di trading ad alta frequenza.

Questa ha anche lanciato la propria criptovaluta nativa BNB, che si è subito attestata nella Top 10 per capitalizzazione di mercato. Passiamo poi a Flow, che si dedica agli NFT dell’NBA. Questo servizio può vantare oltre 100.000 gli utenti che hanno acquistato NBA Top Shot. Ogni carta ha il proprio numero di serie. Per esempio, la serie “For The Win” comprende 10 momenti specifici da uno dei tiri in sospensione di Spencer Dinwiddie a un tiro da tre punti di Nemanja Bjelica.

Le NBA Top Shot sono archiviate sulla blockchain Flow realizzata da Dapper Labs. Lo stesso di NFT CryptoKitties. Ci sono poi Sorare, una sorta di fantacalcio globale e Super Rare un marketplace dedicato alle opere d’arte e agli artisti igitali.

Binance

Tra gli exchange di criptovalute più diffusi e conosciuti possiamo sicuramente trovare Binance, piattaforma che può vantare un volume d’affari del valore di quasi 1,5 miliardi di dollari.

Ma non finisce qui. Binance infatti è diventato uno degli exchange più adatti a comprare criptovalute grazie soprattutto all’alta frequenza con la quale vengono eseguiti gli scambi. Questo è possibile perché l’exchange mette a disposizione quattro mercati sui quali si può operare, in particolare parliamo di Bitcoin, Ethereum, USDT e BNB.

Ovviamente per ogni mercato sono presenti le coppie di criptovalute che è possibile scambiare o comprare. Da sottolineare è l’importanza del mercato di BNB, ovvero Binance Coin, il token nativo di Binance, che sembra aver riscosso un ottimo interesse da parte degli investitori.

In ogni caso, se volete comprare criptovalute, e successivamente scambiarla o fare trading in Euro, sappiate che non è possibile. Infatti Binance non permette di operare utilizzando gli Euro, tanto che questo particolare mercato non è presente e manca totalmente la possibilità di versare denaro in euro su un account Binance.

Recentemente Binance ha dato vita a Binance Labs, ovvero una sezione totalmente dedicata allo sviluppo di progetti di blockchain.

Iscriviti subito su Binance cliccando qui.

Flow

Il token FLOW è la valuta nativa della rete Flow e la chiave di volta per una nuova economia digitale inclusiva e senza confini.

Se Flow è l’infrastruttura digitale, il token FLOW è il carburante che alimenta la rete. FLOW è la valuta richiesta per il funzionamento della rete e di tutte le applicazioni su di essa. FLOW è concepito come metodo di pagamento e come risorsa di riserva a lungo termine per l’intera economia Flow.

Il token viene utilizzato da validatori, sviluppatori e utenti per partecipare alla rete FLOW e guadagnare premi. Viene anche utilizzato per le tariffe e per partecipare alla futura governance del protocollo.

Rispetto all’ecosistema di Flow possiamo dire che abbiamo a che fa re con blockchain progettata da zero per l’adozione mainstream ed è l’unica blockchain che integra miglioramenti dell’usabilità nel livello del protocollo. I migliori sviluppatori e alcuni dei più grandi marchi del mondo stanno già costruendo su Flow, consentendo esperienze completamente nuove con contenuti di alto livello.

Flow ha un ricco ecosistema composto dai migliori marchi di intrattenimento, studi di sviluppo e startup sostenute da venture. I partner dell’ecosistema Flow includono marchi IP globali come Warner Music, Ubisoft, NBA e UFC; i principali sviluppatori di giochi, tra cui Animoca Brands, Sumo Digital e nWay; leader nelle criptovalute, come Circle e Binance; così come diversi progetti degni di nota tra la prossima generazione di startup ad alta crescita, tra cui Opensea.

SuperRare: la digital art

Se è vero che gli NFT possono essere associati a qualunque (o quasi) contenuto digitale, è soprattutto nel mondo dell’arte che il fenomeno si è affermato.

Secondo il portale Crypto.art, a novembre 2020 le vendite di opere d’arte basate sugli NFT hanno raggiunto quota 1,5 milioni di dollari, a gennaio 2021 hanno superato i 10 milioni, ma il vero rialzo ha interessato il mese di marzo, quando sono schizzati a 120 milioni di dollari.

Un’opera digitale in NFT, conservata in blockchain, è firmata digitalmente dall’artista ed è dunque unica e rara rispetto alle copie che circolano in rete.

I case history sono innumerevoli ed emblematici. Lo scorso 11 marzo, un’opera di Mike Winkelmann, artista digitale noto con il nome d’arte di Beeple, è stata battuta all’asta per 69 milioni di dollari da Christie’s, rendendolo il terzo artista vivente più quotato dopo Jeff Koons e David Hockney.

L’opera “Everydays – The First 5000 Days”, un collage di cinquemila “quadri” digitali realizzati dall’artista, ha sollevato un vento di rivoluzione nel mercato dell’arte: non è soltanto la prima opera NFT ad essere venduta dalla storica casa d’aste, ma la sua vendita segna inoltre l’ingresso ufficiale di un “oggetto digitale” nel circuito dell’arte tradizionale.

Sorare: fantacalcio

Un altro dei progetti molto interessanti in ambito di token NFT, e che utilizzano questa tecnologia è Sorare. Si tratta di una sorta di gioco di Fantacalcio su scala globale, che si appoggia anch’esso al mondo degli NFT.

Anche in questo caso siamo davanti ad un progetto decisamente avveniristico. Tra gli obiettivi di del servizio Sorare ci sono il miglioramemto della tecnologia per la gestione di card multiple e anche uniche.

Esempi di uso degli NFT

Se è vero che gli NFT sono ancora qualcosa di nicchia, è altrettanto vero che ci sono già moltissimi progetti che ne fanno un utilizzo concreto. I progetti più interessanti, che sono già in piena corsa, offrono moltissimo anche a settori diversi dalla speculazione sull’arte e di altri settori. Alcuni di questi sono:

Decentraland e i videogiochi

Ne abbiamo già parlato nella sezione specificatamente dedicata ai migliori sistemi NFT presenti attualmente sul mercato. Quello di Decentraland può essere un caso pilota, che potrebbe essere rivisto e migliorato da progetti commercialmente più strutturati. Non è detto che nel futuro non potremo vedere tali sistemi applicati anche a giochi più diffusi, come ad esempio World of Warcraft e tutti gli altri MMORPG di grandissimo successo.

NBA Top Shot

Il mondo delle figurine e del fantasy basketball si è già trasferito, almeno in parte, sugli NFT. Il progetto NFT Top Shots ne è la riprova. Gira su infrastruttura Flow – della quale abbiamo già parlato all’interno di questa guida – e distribuisce dietro pagamento delle figurine digitali dei migliori giocatori dell’NBA. E i giocatori più forti, come LeBron James, sono finiti all’asta per valori a sei cifre.

UFC: collezionabili

Anche il popolarissimo circuito dell’MMA presto farà il suo esordio su rete Flow, offrendo oggetti da collezione digitali proprio tramite tecnologia NFT. Un altro franchise di enormi dimensioni che sceglie la via del digitale del futuro, riconoscendo quanto di buono può offrire un sistema di questo tipo anche ai collezionisti sportivi.

Videogiochi e gaming

Anche l’ambiente di videogiochi e gaming non è nuovo ai token NFT, come anche ai protocolli crittografici in generale. In particolare in questo settore erano moltissime le aziende che si trovavano a gestire economie molto complesse, non avendo però la possibilità di delegare gli scambi a sistemi terzi.

Soprattutto quelli efficienti come le blockchain che ospitano gli NFT. Abbiamo già dimostrazioni chiare del fatto che gli NFT diventeranno lo standard per qualunque tipo di mondo o settore virtuale, presente e futuro. Di conseguenza le aziende che non si adegueranno finiranno per perdere una quantità di profitti enorme.

Arte

Uno dei settori in cui i Token NFT hanno avuto più successo è sicuramente quello dell’arte.

Questo soprattutto perché ci sono diverse analogie tra questi particolari strumenti e le opere d’arte, siano esse quadri, statue o altre tipologie di oggetti. Infatti uno dei motivi per cui questi token piacciono ai collezionisti è che il proprietario può certificare di essere l’unico ed effettivo proprietario dell’opera originale. Anche se quest’ultima può essere condivisa in modo piuttosto semplice su Internet.

Inoltre se fino ad oggi ci eravamo abituati alle riproduzioni digitali di opere d’arte reali, gli NFT introducono un paradosso. Questo perché piacciono anche alla critica. Le opere d’arte originali possono infatti essere digitale e le loro riproduzioni invece possono essere fisiche.

Collezionabili

Oltre al settore dell’arte, gli NFT hanno avuto un ottimo riscontro, e una larghissima applicazione, per tutto quello che riguarda i collezionabili. Infatti, grazie all’unicità intrinseca di questi strumenti, possono essere tranquillamente paragonati ad oggetti da collezione, come d’altronde li possono rappresentare.

Infatti sono conosciuti esempi di token NFT che corrispondono a figurine dell’NBA, dei campionati di baseball americano o addirittura delle finali sportive.

Investire in NFT: le domande frequenti

Cosa sono gli NFT?

Si tratta di particolari strumenti o token, unici e non fungibili che rappresentano il diritto di proprietà su un preciso bene digitale.

È possibile investire sugli NFT?

In teoria è possibile speculare sia direttamente sugli NFT, sia investire sui token dei protocolli blockchain che li supportano o li creano.

Gli NFT sono una truffa?

No. al contrario rappresentano un tipo di tecnologia seria e affidabile, che si è già diffusa in moltissime aziende a livello globale. Attenzione però, perché anche in questo caso è fondamentale rivolgersi a piattaforme e marketplace autorizzati e regolamentati.

Cosa si può scambiare tramite NFT?

Qualunque cosa sia digitale e tokenizzata. Possiamo scegliere di comprare un’immagine, un video, una canzone, ma anche una figurina digitale.

Non fungible Token (NFT)

NFT Opinioni

Come capita per molti altri strumenti crittografici, o legti al trading, online è possibile trovare moltissime opinioni e recensioni sui token NFT. C’è da dire che l’interesse verso questo strumento ha attirato l’attenzione anche di esperti di economia tradizionale, come Bloomberg o Fortune.

In particolare le affermazioni del primo network finanziario, oltre ad essere piuttosto positive, sostengono che gli NFT sono qui per restare e diventeranno sempre più importanti per il mondo dell’arte e dei collezionabili.

Tuttavia questo settore rimane per ricchi, a prescindere dalle tecnologie utilizzate e dunque non cambia di molto la natura, nonostante l’arrivo dei token NFT. Fortune invece evidenzia la rivoluzione portat avanti dai token NFT, che stanno cambiando il concetto di proprietà, di arte e non solo, nell’era dell’arte su blockchain.

Attenzione però perché le manovre che si vedono in questo settore sono altamente speculative.

Conclusioni

Come abbiamo potuto leggere nell’articolo i token NFT, oltre ad essere uno strumento dalle caratteristiche molto interessanti, è anche uno dei trend finanziari del momento.

Detto questo, le particolarità di questa moneta possono offrire molteplici soluzioni per la gestione delle proprietà digitali e non solo. Infatti oltre alle diverse applicazioni, come quelle sportive o nel settore dell’arte, gli NFT possono essere anche un possibilità d’investimento.

In particolare si possono praticare due strade, investire sulle opere d’arte esclusive, speculando sulla loro eventuale rivalutazione, o in alternativa focalizzarsi sui token NFT dei loro progetti.

Certo si tratta di due procedure piuttosto differenti, ma che hanno come punto d’incontro proprio i token NFT, dei quali molto probabilmente continueremo a sentir parlare per diverso tempo.

Tutto questo interesse però potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio, perché non permette a tutti di comprendere a fondo il loro funzionamento e la loro tecnologia. Di conseguenza, come per qualsiasi altro investimento nel settore crittografico o no, bisogna fare attenzione, prepararsi e considerare bene la propria esposizione al rischio.

Se volete investire in criptovalute vi lasciamo dei collegamenti per aprire gratuitamente un conto demo sui broker più importanti:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here