Comprare Ripple (XRP): guida, token e come investire sulla criptovaluta [2021]

Ripple è diventata, insieme ad Ethereum, una delle altcoin più diffuse e famose tra i trader, senza considerare che, per un breve lasso di tempo, è stata la seconda criptovaluta al mondo per valore e importanza.

Infatti se prima il prezzo dei token di Ripple stagnava al di sotto dei 20 centesimi, in quest’ultimo periodo le quotazioni hanno raggiunto dei veri e propri picchi. Basti pensare che il valore del token ha sfiorato quota 3,25 dollari e sembra continuare a crescere. Bisogna comunque sottolineare il fatto che, nonostante la criptovaluta si chiami XRP, la stragrande maggioranza degli investitori si riferisce a questo strumento con Ripple.

Detto questo però possiamo notare come XPR sia un prodotto crittografico leggermente differente dagli altri, visto anche che è stata sviluppata da una società privata con lo scopo di guadagnare, e non è frutto di “crittografia popolare”.

Per fare trading sulle criptovalute è consigliabile sfruttare le piattaforme CFD come ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) che offre il trading sulle principali criptovalute in circolazione.

Per saperne di più sui servizi di eToro potete visitare il sito ufficiale qui.

Ripple: il progetto

Ripple è quindi una criptovaluta e, come tale, è un mezzo di scambio che possiede una crittografia in grado di proteggere, controllare e rafforzare le transazioni. In sostanza è una moneta elettronica, decentralizzata e open source, che ha un token denominato XRP.

Nel caso di Ripple però bisogna tenere presente che non sono integrati i registri che permettono di monitorare le transazioni. Proprio per questi motivi comprare Ripple è una pratica di trading che, anche se può sembrare semplice, va portata avanti con attenzione. In ogni caso questa criptovaluta deve essere conservata in un portafoglio che può assumere diverse forme.

È possibile mettere da parte Ripple online, offline o, in alternativa, in un hardware fisico. L’idea alla base delle criptovalute, e quindi anche di Ripple, è facilitare le transazioni in tutto il mondo, non solo tra le società, con costi di transazione e mantenimento più vantaggiosi. In particolare i costi di Ripple (XRP) sono più competitivi di Bitcoin, le transazioni XRP sono effettivamente istantanee e non sono richiesti periodi di conferma.

Questo è dovuto proprio alla scelta di Ripple di utilizzare il token XRP per abilitare i trasferimenti di denaro tra valute differenti. Infatti la maggior parte dei sistemi usa i dollari come valuta per la conversione e questo impone costi di commissione e tempo perché l’operazione venga portata a termine.

Ripple ha inoltre emesso un 100 miliardi di token XRP e sembra che questo sia il numero totale messo a disposizione degli investitori, ma nulla impedisce alla società di emetterne altri. Va detto però che la struttura di Ripple permette di utilizzare XRP come strumento per operare sull’asset o sulla valuta che più si desidera.

Perciò, in base al budget a disposizione, è possibile comprare Ripple e operare in modi diversi. Chi vuole operare su Ripple nel breve termine può decidere di acquistare e vendere nella stessa giornata, o dopo qualche giorno, così da accumulare plusvalenze in base alle variazioni. Vi ricordiamo che per fare questo tipo di trading è meglio affidarsi a piattaforme CFD come le seguenti:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy trading
66% dei conti al dettaglio perde soldi
Copy fundsISCRIVITI
Servizio CFD
72% dei conti al dettaglio perde soldi
Conto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Ma vediamo le differenze tra Ripple e Bitcoin e come comprare questa criptovaluta.

👍 Cos’ è?Moneta elettronica, decentralizzata e open source, che ha un token denominato XRP.
✅ CaratteristicheScalabilità / Criptografia avanzata / Distribution
💰TokenXRP
🥇Migliore piattaforma per criptovaluteeToro
🥇Miglior exchange per RippleBinance

Comprare Ripple: come iniziare?

In questo articolo troverete tutte le informazioni per comprare in sicurezza Ripple in Italia e quali sono le migliori piattaforme di trading.

Infatti, come per ogni titolo o criptovaluta, oltre alla possibilità di comprare Ripple, si può fare trading senza dover necessariamente metterli al sicuro.

Una delle piattaforme CFD che permette di operare in questo modo è eToro, ma comunque elenchiamo qui sotto i più importanti CFD per scambiare e comprare Ripple.

In ogni caso iniziare è abbastanza semplice, ecco alcuni passi:

  1. iscriversi alla piattaforma che si desidera utilizzare.
  2. fare un primo deposito per iniziare a fare i primi acquisti e i primi scambi.
  3. In alternativa, se si preferisce la semplice speculazione e negoziare sulle variazioni al rialzo o al ribasso di Ripple, le piattaforme di CFD sono la scelta migliore.

In questo caso sarà necessario aprire delle posizioni rialziste, o ribassiste, in modo da cercare di intercettare i risultati economici derivanti proprio da rialzi e ribassi. In ogni caso dopo aver depositato i fondi sulla piattaforma che avete scelto potrete iniziare a comprarecriptovalute e a fare trading.

Inoltre è importante tenere presente che le piattaforme CFD che si occupano di Ripple hanno facilitato la funzione di acquisto, in modo da facilitare gli utenti con meno esperienza. Invece per l’acquisto tradizionale il consiglio è quello di utilizzare un portafoglio virtuale. In ogni caso per acquistare Ripple cliccate su Mercati – Cripto – Ripple – Investi.

Nella schermata che comparirà basterà inserire l’importo di Ripple che desiderate comprare, ricordando di mantenere la leva impostata a x1. Così facendo acquisterete la criptovaluta vera e propria e non CFD.

Infine cliccate su Apri Posizione per iniziare a fare trading su Ripple.

Ripple: il token XRP

Ripple è un sistema di pagamento o, per dirlo meglio, un mezzo di pagamento per banche o altre reti di pagamento. Insomma un sistema di trasferimento diretto e in tempo reale di beni, un’alternativa più competitiva, trasparente ed economica rispetto ai sistemi come SWIFT, normalmente utilizzati.

Continuando con le differenza tra le due criptovalute possiamo vedere come Bitcoin si serva di una blockchain, mentre Ripple utilizza una rete di server di verifica e token XRP. Questo rende Ripple molto appetibile per le banche e dopotutto questo sistema era stato progettato per le aziende.

Infatti, anche se viene utilizzato da privati, è una piattaforma sulla quale si possono spostare grandi somme di denaro in tutto, quasi istantaneamente, in tutto il mondo. Oggi la sua capacità di 1.500 transazioni al secondo, mentre Bitcoin e Ethereum elaborano rispettivamente 3-6 e 15 tps.

Le differenze tra Ripple e altre criptovalute però si estende anche ai token. Infatti XRP non può essere minato, mentre lo stesso non si può dire di Bitcoin, Ether, Litecoin e altre valute virtuali. Inoltre la società che ha fondato Ripple, Ripple Labs, ha deciso di emettere i token XRP solo al momento della sua nascita e di non variarne il numero.

Questa è un’altra profonda differenza con la altre criptovalute dato che le monete di Bitcoin sono in continua crescita, pur avendo un limite, e Ether non ha limiti specifici. Questo continuo frazionamento rende disponibili monete di Ether e Bitcoin a molti investitori, mentre molti dei 100.000 token XRP emessi appartengono ancora a Ripple Labs.

Dove comprare Ripple: le migliori piattaforme

Accanto alla possibilità di comprare direttamente Ripple e altre criptovalute possiamo trovare anche un’altra soluzione, ovvero quella delle piattaforme di trading.

Si tratta di particolari servizi online, comunemente conosciuti come broker, che offrono la possibilità di investire sulle criptovalute utilizzando particolari strumenti finanziari, i CFD.

Se volete fare trading su criptovalute dovrete, per prima cosa, scegliere tre le diverse piattaforme di trading e aprire un account. Quando avrete portato a termine quest’operazione potrete iniziare a investire in criptovalute utilizzando i CFD e quindi scegliendo se comprare o vendere i contratti in base alle variazioni del mercato. Proprio per questo aspetto sempre più persone iniziano a fare trading online tramite CFD e nella possibilità di operare e ottenere potenziali profitti sia che il mercato scenda, sia che salga.

Inoltre i migliori broker online per il trading di criptovalute dispongono di conti in modalità demo, perfetti per i principianti. Questa particolare e innovativa modalità permette di testare la propria strategia operando in una simulazione, con denaro virtuale. Sarà così possibile eseguire operazioni senza rischi, senza considerare che sarete voi a decidere quando fermare la simulazione e iniziare ad investire sul serio.

Vi ricordiamo però che non tutti i broker online permettono di vendere allo scoperto e, come si poteva immaginare, non tutte le piattaforme hanno le stesse funzionalità. Perciò è molto importante informarsi bene prima di scegliere la piattaforma e considerare quali sono le vostre esigenze, solo così potrete trovare gli strumenti più adatti al vostro profilo di investitore.

eToro

eToro è uno dei migliori broker online per il trading, ma offre anche la possibilità di comprare criptovalute con modalità diverse.

Infatti questa piattaforma permette ai suoi utenti di acquistare valuta digitale sia in modo diretto, appoggiandosi a eToroX, oppure tramite CFD. In questo caso sarà possibile operare tramite strumenti sottostanti, che replicano l’andamento del titolo da cui derivano, e di conseguenza vendere allo scoperto guadagnando sia che il mercato salga, sia che scenda.

Ciò che ha reso celebre eToro però sono le funzioni di Copy Trading e Social Trading, due strumenti nuovi che permettono anche ai trader inesperti di investire .

Infatti utilizzando il Copy Trading potrete copiare le strategie e le posizioni dei trader più bravi. In questo modo sarà possibile apprendere le meccaniche e i segreti dei migliori investitori.

A questo bisogna aggiungere la sezione di eToro dedicata allo scambio di informazioni, il Socia trading. Si tratta di un vero e proprio forum dove è possibile condividere informazioni, opinioni o consigli sul mercato e sull’andamento dei vari asset. Va ricordato che su eToro sono presenti molti asset differenti tra cui scegliere e, per quanto riguarda le criptovalute, il broker mette a disposizione oltre 18 valute digitali tra cui Bitcoin, Ripple, Ethereum, Dogecoin, Uniswap e molti altri.

Infine eToro possiede anche una versione Demo, completamente gratuita e senza vincoli, che permette di sperimentare la strategie con denaro virtuale, prima di iniziare a comprare criptovalute con denaro reale. Potrete così operare senza rischi finché non vi sentirete abbastanza sicuri per fare sul serio.

Iscriviti ora gratuitamente su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Un’altra ottima piattaforma per fare trading di criptovalute è sicuramente OBRinvest. Questo broker, oltre ad essere autorizzato e regolamentato CySEC e a garantire alti standard di sicurezza, offre uno dei miglior servizi si segnali di trading.

OBRinvest ha infatti deciso di aiutare i suoi utenti integrando segnali semi automatici, creati da veri e propri analisti professionisti, in grado di coprire il mercato 24/7 e di indicare con una notifica il memento migliore per operare.

Inoltre i segnali di trading offerti da OBRivest sono semi-automatici, quindi vanno manualmente confermati dal trader e di norma sono a pagamento. Tuttavia questo broker offre il servizio gratuitamente.

Iscriviti ora gratuitamente su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Capital.com è un altro broker online che permette di comprare criptovalute.

Attualmente su questa piattaforma sono disponibili oltre 200 cross di valute digitali, tra cui cripto in recente espansione come Ethereum, Litecoin o Ripple. Ma oltre alla diversità di asset, ciò che rende Capital.com un broker unico nel suo genere è la presenza di un’intelligenza artificiale integrata sulla piattaforma.

Questa IA permette ai trader di ridurre al minimo gli errori che normalmente si fanno quando si opera online. Di conseguenza sarà più semplice raffinare la propria strategia e, grazie ai consigli dati dall’intelligenza artificiale, muoversi all’interno di mercati e asset differenti.

Capital.com è una piattaforma che permette sia di comprare criptovalute e conservarle in un portafoglio in attesa che aumentino il loro valore, sia fare trading su CFD. A questo proposito possiamo dire che Capital.com dispone di oltre 3.000 strumenti finanziari e asset, ma soprattutto offre spread e commissioni molto competitive.

Anche Capital.com mette a disposizione dei suoi utenti un conto demo gratuito, grazie al quale è possibile provare a investire senza rischi e utilizzando denaro virtuale.

Iscriviti ora gratuitamente su Capital,com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Una altro broker molto diffuso per il trading di criptovalute è Plus500. Si tratta di una piattaforma molto curata e professionale e per questo largamente utilizzata da professionisti.

Proprio per questo motivo moltissime persone la utilizzano ogni giorno, soprattutto se desiderano negoziare con CFD. Infatti Plus500 offre esclusivamente asset e beni negoziati tramite contratti per differenza.

Tra questi troviamo ovviamente diverse tipologie di criptovalute anche perché, fin dall’arrivo di Bitcoin Plus500 ha offerto la possibilità di impiegare CFD. Inoltre su questo broker è presente un conte demo, una sorta di simulazione dei mercati grazie alla quale si potrà investire senza rischi e utilizzando denaro virtuale.

Con il capitale virtuale di 40.000 dollari potrete testare la vostra strategia e affinare la tecnica prima di fare sul serio e investire denaro reale.

Iscriviti ora gratuitamente su Capital,com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Conviene comprare Ripple?

Abbiamo detto fin dall’inizio che, pur essendo entrambe criptovalute, Bitcoin e Ripple sono abbastanza diversi tra di loro. Il principale è sicuramente la grande disponibilità di valuta digitale rispetto a quella dei Bitcoin, il che significa che è molto improbabile che i Ripple raggiungano quote elevate.

Questo può sicuramente incidere sulla convenienza dell’investimento e allo stesso tempo rende questa criptovaluta poco interessante perché costando poco se ne può comprare tanta. Inoltre anche le più piccole variazioni possono fare la differenza, sia per quanto riguarda la compravendita che il trading di Ripple.

Grafico Prezzo in tempo reale Ripple

La quotazione ha continuato a subire un aumento per quanto concerne la capitalizzazione di mercato e anche nel sua valore.

Il prezzo è aumentato ad un ritmo sostenuto nel 2017, il 2018 ha subito una battuta d’arresto, per poi continuare in un trend positivo nel 2019.

Secondo gli esperti delle criptovalute, l’aumento sostenuto della quotazione è stato principalmente dovuto al grande interessamento da parte delle banche, che stanno investendo e credendo sempre di più in questo network/criptovaluta.

Il business per l’invio e la ricezione dei pagamenti è un mercato che vale ben 500 miliardi di dollari l’anno e Ripple sta ottenendo molti accordi di partnership con moltissime banche di primo livello.

Ecco il grafico attuale del prezzo di Ripple:

Comprare Ripple su Exchange: i passi da seguire

Come ormai sappiamo le criptovalute sono tra gli asset d’investimento più volatili e scambiati dai trader di tutto il mondo, anche con l’utilizzo dei Contratti per Differenza.

Tuttavia se avete deciso di comprare direttamente una o più criptovalute, allora dovete orientarvi verso una piattaforma di exchange. Tramite quest servizi è infatti possibile comprare, vendere e scambiare criptovalute con altre valute, ma vediamo di approfondire meglio questo concetto.

Possiamo definire un exchange come un luogo dove non solo si possono acquistare e possedere direttamente le cirpotvalute, ma dove è possibile scambiare questi strumenti con monete FIAT. In particolare facciamo riferimento a quelle monete, reali e legalmente riconosciute, come ad esempio Dollaro ed Euro.

Di conseguenza abbiamo a che fare con un intermediario che permette di portare a termine operazioni di compravendita su specifiche criptovalute. Ad oggi il settore delle criptovalute continua la sua forte crescite e, di conseguenza, incrementano anche i servizi di exchange disponibili sul mercato.

Tuttavia è fondamentale scegliere piattaforme affidabili e sicure e per farlo bisogna documentarsi, sia rispetto alla criptovalute su cui si vuole investire, sia sulla piattaforma che si intende usare. Il nostro consiglio è quello di utilizzare solo servizi autorizzati e regolamentati, così da essere sicuri, non correre rischi e non cadere vittima di truffe.

Binance

Binance è una delle più diffuse piattaforme di exchange. Nato nel 2017, nell’arco di un anno è riuscito ad arrivare tra i cinque migliori servizi di scambio di criptovalute, nonché tra i più utilizzati a livello globale.

Ciò che rende Binance una piattaforma unica sono sicuramente l’ampia offerta di criptovalute disponibili, che può contare anche moltissime altcoin emergenti, e la su interfaccia semplice e intuitiva. Binance permette infatti di comprare Bitcoin o Ethereum utlizzando valuta tradizionale, dopodiché sarà possibile conservare o scambiare le criptovalute ottenute, con tutte le altre presenti sulla piattaforma.

Le commissioni applicate da Binance sono piuttosto contenute e sono appena dello 0,2% su ogni compravendita di criptovalute. Attulamente su Binance si possono scambiare più di 500 criptovalute. C’è da dire che per molte delle quali il volume di scambi generato da questa piattaforma rappresenta la quasi totalità del volume complessivo.

Apri il tuo account gratuito su Binance cliccando qui.

Coinbase

Coinbase è uno dei tanti servizi di exchange di criptovalute. È stato fondato nel 2012 da una idea di Brian Armstrong e Fred Ehrsam, che hanno dato vita alla piattaforma a San Francisco.

Oltre ad offrire ai suoi utenti la possibilità di scambiare moltissime tipologie di criptovalute, Coinbase perette anche di effettuare scambi con le valute FIAT e con quattro specifiche criptovalute, ovvero:

  • bitcoin
  • ripple
  • ether
  • litecoin

Ciò che rende Coinbase così diffuso ed utilizzato da utenti e trader sono sicuramente le sue caratteristiche.

Proprio peculiarità come le commissioni più basse della media di mercato, l’intuitività della piattaforma e la cybersecurity molto sofisticata e costantemente aggiornata, hanno fatto il successo di questo exchange. Aspetto confermato anche dai suoi numeri, tra i più alti per questo tipo di servizio.

Iscriviti ora su Coinbase cliccando qui.

Crypto.com

Veniamo adesso a Crypto.com, un altro exchange largamente diffuso tra chi vuole comprare criptovalute.

Questa piattaforma però, a differenza i molti altri exchange, possiede una serie di caratteristiche particolari. In primo luogo possiede ottimi livelli di sicurezza, affidabilità e rispetto della privacy dei propri utenti, motivo per cui riscuote così tanto successo, e permette di controllare in tutto e per tutto investimenti e acquisti.

Grazie alla sua interfaccia semplice e intuitiva potrete accedere ai vostri wallet in totale sicurezza, controllando lo stato dei vostri acquisti. Inoltre Crypto.com mette a disposizione dei propri utenti dei particolari wallet, più affidabili e controllati. Grazie a queste particolari risorse potrete depositare o inviare criptovalute di diverso genere, tra cui Ripple, Bitcoin, Ethereum, Litecoin e molte altre criptovalute.

Ovviamente anche su Crypto.com sono previste delle commissioni sia per l’acquisto, che per lo scambio di criptovalute, tuttavia le commissioni di questa piattaforma sono, insieme a quelle di Binance, tra le più competitive presenti sul mercato. Detto questo è importante ricordare che Crypto.com non prevede nemmeno costi per il deposito o il prelievo, ma solo sugli scambi con altre valute digitali.

Iscriviti ora creando il tuo account su Crypto.com cliccando qui.

Previsioni Ripple 2021-2025

Secondo diversi esperti e per lo stesso Brad Garlinghouse, Ripple potrebbe diventare l’Amazon dell’industria delle criptovalute entro il 2025.

In precedenza, Ripple aveva annunciato dell’acquisto per $ 30 milioni di azioni MoneyGram a $ 4,10/azione, oltre a comprare azioni per un valore di 20 milioni di dollari nei prossimi 2 anni. MoneyGram ha reso Ripple il suo partner più esclusivo per i pagamenti transfrontalieri nei prossimi anni.

Non solo, dopo questo accordo, Ripple si sta espandendo in nuovi settori.

Mentre la pressione di vendita stanno aumentando, Ripple ha 55 miliardi di dollari nelle sue casse. Ripple continua costantemente ad attrarre nuovi clienti, inclusi alcuni nomi di marchi nel mondo bancario come American Express, Standard Chartered, Axis Bank, Santander e MUFG.

Comprare Ripple (XRP): le FAQ

Come si possono pagare i Ripple comprati?

È possibile comprare Ripple pagando con carta, ma anche con PayPal che rimane uno dei modi più sicuri, veloci e accettato dalle principali piattaforme CFD.

Dove si possono comprare Ripple?

I Ripple si possono comprare solo su piattaforme CFD come eToro o OBRinvest. Tuttavia non è possibile compiere queste operazioni in banca, nonostante le banche utilizzino le tecnologie dei sistemi Ripple.

Meglio affidarsi a portafogli tradizionali o a piattaforme CFD?

Normalmente i Ripple sono consigliati a trader che non vogliono eseguire troppe operazioni con le criptovalute che si possiedono. Al contrario le piattaforme CFD permettono anche di guadagnare con posizioni al rialto e al ribasso.

Comprare Ripple - Riepilogo

Conclusioni

Per concludere possiamo dire che quando si parla di investimento, o di comprare Ripple non bisogna intenderlo come un modo per fare soldi facili.

Certo, come per qualsiasi altra tipologia di investimento è possibile guadagnare, ma sono necessari impegno e costanza, senza considerare una buono conoscenza dell’asset d’investimento. Ovviamente, anche i questo caso, bisogna sempre tenere in considerazione dei rischi, presenti nel settore delle criptovalute come in qualsiasi altro mercato finanziario.

Detto questo esistono molto buone alternative sia per comprare, sia per fare trading su Ripple e altre criptovalute e, in base alle vostre esigenze e al tipo d’investimento che desiderate fare, potete scegliere un broker online o un exchange.

In ogni caso in questo articolo abbiamo presentato alcune delle piattaforme migliori e più utilizzate, ma ricordate di affidarvi solo a servizi autorizzati e in possesso delle giuste licenze e che offrrano un conto demo per provare i servizi.

Se vi interessa investire sulle principali criptovalute potete cominciada un conto demo. Vi lasciamo con i link che sono mediati dal server sicuro di CriptovaluteQuotazione in modo da garantire l’accesso senza problemi:

Si tratta di piattaforme con demo gratuite senza alcuna limitazione di tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here