EOS (EOS): cos’è, come comprare e fare trading sulla criptovaluta [2021]

L’attenzione verso il mercato crittografico è cresciuta parecchio in questo ultimo periodo e lo stesso si può dire delle maggiori monete virtuali, EOS compresa.

Stiamo parlando infatti di una delle prime 15 criptovalute al mondo per capitalizzazione di mercato, il che può far comprendere la volontà di molti trader di investire su questa criptovaluta. In questo articolo cercheremo di capire come operare su questo particolare strumento, analizzando a fondo le sue caratteristiche.

In ogni caso vi ricordiamo che oggi è possibile investire sugli asset crittografici attraverso le piattaforme di trading online, o broker. Qui è possibile operare sulle criptovalute utilizzando i CFD, strumenti derivati che replicano l’andamento dell’asset di riferimento.

In questo modo è possibile ridurre l’esposizione al rischio e trarre l’eventuale profitto sia dalle oscillazioni al rialzo, che al ribasso, del mercato di riferimento. Ecco cos’è EOS, qual è il suo progetto, come funziona e quali sono le prospettive

Per fare trading sulle criptovalute è consigliabile sfruttare le piattaforme CFD come ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) che offre il trading sulle principali criptovalute in circolazione.

Per saperne di più sui servizi di eToro potete visitare il sito ufficiale qui.

EOS : cos’è

EOS è una delle infrastrutture crittografiche più potenti per quanto riguarda le applicazioni e la finanza decentralizzata.

Ciò che ha reso così diffusa EOS sono sicuramente le sue caratteristiche principali, quali la scalabilità, la flessibilità e l’usabilità. Questa criptovaluta infatti supporta moltissime applicazioni di tipo decentralizzato, permette di congelare e “riparare” le applicazioni e possiede un web toolkit integrato, dedicato allo sviluppo dell’interfaccia.

Conviene investire su EOS?

Detto questo possiamo notare come, oltre ad essere una delle infrastrutture più potenti, la criptovaluta EOS si basi su una blockchain che permette lo sviluppo, l’hosting e l’esecuzione su scala commerciale di applicazioni decentralizzate. Tuttavia gli sviluppatori non hanno ancora rivelato l’obiettivo principale della cripto stessa, puntando così a rendere il network più universale.

In ogni caso l’EOS supporta tutte le funzionalità basilari necessarie al business e agli investitori delle criptovalute. Le modalità sono quindi piuttosto simili alle applicazioni web-based, infatti possono comunque fornire un accesso sicuro , l’autenticazione, ma anche permessi, hosting di data e soprattutto comunicazione tra le dApps e Internet.

Piattaforme per investire in criptovalute

Prima di proseguire vi segnaliamo le migliori piattaforme per negoziare criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy trading
66% dei conti al dettaglio perde soldi
Copy fundsISCRIVITI
Servizio CFD
72% dei conti al dettaglio perde soldi
Conto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSocial trading, AutotradeISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

EOS: il progetto

Ora che abbiamo chiarito quali sono le caratteristiche fondamentali di EOS, è bene analizzare con precisione il progetto che sta dietro alla criptovaluta e all’infrastruttura.

Possiamo dire che il progetto EOS, lanciato dalla società Block One e ad opera di Dan Larimer e Brendan Bloomer. Il team, grazie all’esperienza piuttosto solida alle spalle nel mondo della crittografia, è riuscito a creare una tecnologia molto apprezzata e capace di diffondersi in fretta. Per il momento però, almeno da quanto è emerso dal sito web e dalle dichiarazioni, le tappe impostate sono state tutte puntualmente raggiunte dal progetto EOS.

Di conseguenza è normale pensare che la criptovaluta sia perfettamente in linea con la tabella di marcia proposta e condivisa nel 2017. Inoltre, con la recente impennata nella velocità e nello sviluppo, le aspettative sono piuttosto ottimiste.

Va detto che la release EOS Dawn 1.0 è stata pubblicata il 14 settembre 2017, mentre la release Dawn 2.0 è arrivata poco dopo. La seconda versione conteneva modifiche rispetto al monitoraggio delle risorse e alla comunicazione inter-blockchain. La terza release di EOS, la Dawn 3.0, è stata lanciata nel 2018 e rappresenta la prima versione ufficiale del sistema di crittografia.

👍 Cos’ è?EOS si basa su una blockchain che permette lo sviluppo, l’hosting e l’esecuzione su scala commerciale di applicazioni decentralizzate.
💻 CaratteristicheDecentralizzazione, scalabilità, flessibilità
💰TokenEOS
🥇Migliore piattaforma per criptovaluteeToro
🥇Miglior exchange per EOSBinance

Come funziona EOS

Ora che abbiamo visto cos’è EOS e qual ‘ il progetto che si “nasconde” dietro la criptovaluta, vediamo di capire come funziona. In particolare l’ecosistema di EOS è costituito da due diversi elementi chiave, ovvero EOS.IO e i token EOS.

In altre parole potremmo dire che EOS.IO è il sistema operativo che gestisce e controlla la rete e il network della blockchain EOS. La particolarità di questo sistema operativo è ch utilizza un’architettura di tipo blockchain, costruita espressamente per abilitare la scalabilità caratteristica delle applicazioni di tipo decentralizzate sviluppate da EOS.

Il token EOS invece deve essere considerato coma la criptovaluta del network di EOS. Rispetto al suo funzionamento possiamo dire che per guadagnare uno sviluppatore ha semplicemente bisogno di conservare le monete EOS, e non spenderle.

Questo permette di risultare eleggibile e di utilizzare le risorse del network per sviluppare ed eseguire le dApps. Allo stesso modo un possessore di token, che non esegue alcuna applicazione, può decidere di affittare la sua banda ad altri partecipanti i quali potrebbero averne bisogno.

Il token EOS

Il token nativo principale di EOS è ovviamente EOS. Si tratta di un token di utilità che fornisce sia la larghezza di banda che lo storage sulla blockchain, il tutto in proporzione alla disponibilità totale.

Possiamo quindi dire che possedere l’1% dei token EOS consente l’utilizzo fino all’1% della larghezza di banda totale disponibile. Inoltre i token EOS permettono al detentore di comportarsi un po’ come un azionista e più unità di EOS si possiedono maggiore sarà il peso del proprio “voto”. Infatti detenere token EOS permette di partecipare alla governance della blockchain, mantenendo per la proporzione della quota posseduta.

Per quanto riguarda l’andamento del token EOS possiamo notare come l’inzio sia stato davvero esplosivo, complice anche il momento favorevole delle criptovalute. In seguito però c’è stato un grande calo, con valori che si sono addirittura dimezzati, passando da 20 Dollari, al valore attuale di circa 3 Dollari.

Tuttavia la struttura agile della blockchain di EOS, e una nuova e ritrovata spinta d’interesse verso il settore crittografico, il target potrebbe arrivare anche a 5 Dollari.

Comprare EOS: le migliori piattaforme

Come abbiamo visto fare trading al giorno d’oggi, grazie ai tanti broker online, è piuttosto semplice. Infatti per poter iniziare ad operare e negoziare sulle criptovalute sarà necessario aprire un conto di trading, proprio su una delle piattaforme di trading di cui abbiamo parlato.

È quindi molto importante scegliere il broker più adatto alle vostre esigenze, così da ottenere il servizio migliore e più vicino alla vostra indole d’investitore. In ogni caso esistono degli aspetti che vanno considerati quando si sceglie il broker per fare trading di criptovalute, primo tra tutti la presenza di regolamentazioni e autorizzazioni.

Infatti per evitare di cadere vittima di truffe, o meccanismi poco trasparenti, è bene controllare se le piattaforme possono effettivamente operare. Come è ovvio i broker di cui parleremo in questa guida possono garantire alti standard di sicurezza e hanno tutte le carte in regola per operare.

eToro

Il broker che probabilmente riscuote più successo nel panorama del trading online è eToro.

Infatti oltre ad essere una delle piattaforme più ferrata sul forex, si distingue dagli altri per la rande attenzione verso le novità del mondo finanziario. eToro è stato uno dei primi broker a introdurre le criptovalute, e non solo il Bitcoin, ma anche diverse tipologie di altcoin.

Quindi se volete fare trading di criptovalute e state cercando la piattaforma migliore eToro può fare al caso vostro. Su questa piattaforma potrete iniziare a investire anche piccole cifre, ottenendo risultati tangibili. Inoltre, se siete trader alle prime armi, potete affidarvi alla funzionalità copy trading offerta da eToro. In questo modo potrete investire copiando l strategia portata avanti da investitori più esperti.

Sarà quindi possibile investire su criptovalute come Monero, Ethereum e ovviamente Bitcoin. Inoltre eToro permette di utilizzare un conto demo in modo da provare la strategia prima di investire il vostro vero capitale.

Inoltre è importante notare come eToro sia una piattaforma regolamentata Cysec ed è tra le prime piattaforme per numero di utenti e strumenti sui quali investire, sono infatti presenti sia criptovalute che classici CFD.

Inoltre su eToro potrete trovare prezzi di commissioni e spread molto bassi, senza considerare che non vengono applicati costi fissi per la gestione del fondo, ma solo sulle operazioni eseguite.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Altro leader incontrastato dei servizi di trading online è Capital.com, che offre la possibilità di investire su CFD e criptovalute già da qualche anno.

Tra le altcoin che potete trovare su questa piattaforma ci sono ovviamente Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin e Dash, ma sono solo alcuni degli strumenti tra cui scegliere.

Se sceglierete Capital.com per il trading di criptovalute potrete approfittare di diversi vantaggi come il conto demo, soluzione del tutto analoga a quella offerta da eToro. T

uttavia gli utenti di Capital.com potranno consultare un manuale di trading, completamente gratuito, e i segnali di trading con i quali raffinare la propria strategia di investimento.

Inoltre Capital.com permette ai propri utenti di iniziare subito a fare trading con un conto gratuito, spread variabili e nessuna commissione. Senza considera che è possibile massimizzare i guadagni utilizzando le leve, adatte a tutte le criptovalute.

Iscriviti subito su Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRInvest

Una altra ottima piattaforma per fare trading di criptovalute è sicuramente OBRinvest. Questo broker, oltre ad essere autorizzato e regolamentato CySEC e a garantire alti standard di sicurezza, offre uno ei miglior servizi si segnali di trading.

OBRinvest ha infatti deciso di aiutare i suoi utenti integrando segnali semi automatici, creati da veri e propri analisti professionisti, in grado di coprire il mercato 24/7 e di indicare con una notifica il memento migliore per operare.

Inoltre i segnali di trading offerti da OBRivest sono semi-automatici, quindi vanno manualmente confermati dal trader e di norma sono a pagamento. Rispetto ad altre piattaforme però, OBRinvest offre il servizio di segnali senza alcun costo aggiuntivo. Quindi bisognerà solo considerare le spese di commissione e spread, normalmente applicate dai broker.

Iscriviti subito su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

EOS: andamento e grafico in tempo reale

Chiarite quali sono le migliori modalità per investire su EOS e altre criptovalute, vediamo qual è l’andamento registrato dalla moneta virtuale. Infatti nel grafico di seguito possiamo vedere il valore in tempo reale della criptovaluta EOS.

Ricordiamo che per poter eseguire un investimento consapevole è necessario, oltre all’utilizzo di una buona piattaforma, una conoscenza approfondita dell’asset d’investimento. Perciò ricordate di consultare le quotazione e le revisioni relative ad EOS, o a qualsiasi altro strumenti, prima di portare a termine l’investimento.

Vi ricordiamo poi che oggi è possibile investire in criptovalute, in modo semplice e veloce, anche attraverso le piattaforme di trading. Questi servizi infatti permettono di utilizzare i CFD, particolari strumenti derivati che replicano l’andamento dell’asset di riferimento.

Di conseguenza sarà possibile ottenere una minore esposizione al rischio, senza considerare la possibilità di vendere allo scoperto e guadagnare sia dai ribassi, che dai rialzi, del mercato.

Comprare EOS: previsioni 2021

Ma cosa possiamo aspettarci da EOS nel prossimo periodo? Chiaramente si tratta di una domanda più che lecita e possiamo dire che fino a questo momento l’andamento di EOS è stato molto incostante.

Infatti ogni volta che il progetto sembrava sul punto di decollare, puntualmente crollava rovinosamente. Questo era dovuto al prezzo estremamente volatile della criptovaluta e, anche se questa tende a rispendersi, ogni volta arriva un nuovo schianto. Tuttavia sembra che l’evoluzione del progetto sia comunque importante, soprattutto vista la presenza di una delle blokchain più importanti e potenti del mono della Finanza Decentralizzata. In ogni caso nulla è ancora detto.

La concorrenza resta tanta e spietata, come ad esempio Ripple o Ethereum, dal quale tutti i progetti traggono in qualche modo ispirazione. Di conseguenza si potrebbe pensare alla criptovaluta EOS in un’ottima di breve raggio, speculando sui piccoli movimenti rialzisti e ribassisti.

Comprare EOS: le FAQ

Cos’è EOS?

Si tratta di una blockchain che si ispira a quella di Ethereum ma rende molto più veloce la scalabilità. Su questa piattaforma i produttori di token vengono intesi come azionisti, con un’importanza che varia in base ai token posseduti.

Conviene investire su EOS?

Dipende. Se preferite un profilo di breve raggio, che possa approfittare delle piccole oscillazioni al rialzo o al ribasso, potrebbe rivelarsi una buona opzione. Tuttavia se avete un’ottica di lungo periodo è meglio lasciar stare, soprattutto se si considerano i ripetuti crolli della criptovaluta.

Dove comprare EOS?

Per comprare e investire in EOS basta collegarsi ad uno dei maggiori broker, come eToro, Capital.com o OBRinvest, e operare tramite i CFD. Al contrario, se desiderate acquistare direttamente criptovaluta, e successivamente scambiarla, è meglio scegliere un exchange come Binance o Coinbase.

Comprare EOS

Conclusioni

Ora che abbiamo analizzato a fondo la criptovaluta EOS e le migliori alternative per investire su questo strumento, possiamo tirare le fila di questa guida. In particolare possiamo dire che, visti i sui andamenti e il suo storico, EOS si rivela un ottimo investimento di breve raggio.

Di conseguenza è possibile ottenere profitto dalle piccole variazioni al rialzo e al ribasso registrate dalla criptovaluta. Questo è possibile però solo affidandosi ad un broker di trading, che permette di operare tramite CFD. Al contrario, se pensate di approcciarvi ad EOS con un’ottica di medio o lungo periodo, è meglio lasciar stare.

Questo a causa delle dei ripetuti crolli registrati dalla criptovaluta, che quindi si rivela poco affidabile sul lungo e medio periodo. Detto questo, EOS potrebbero essere una buona opzione per la diversificazione, soprattutto se si considera la potenza della sua blockchain e la concorrenza con l’infrastruttura di Ethereum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here