Baby Doge, Elon Musk ci mette lo zampino sul rialzo

Le criptovalute sono inondate da token aventi come simbolo un cane. Come se qualcuno avesse aperto la porta di un canile e fatto scappare fuori tutti i dog cryptomeme.

Un nuovo token chiamato baby doge (BABYDOGE) è stato oggetto di discussione nella comunità cripto negli ultimi giorni ed Elon Musk ha deciso di twittare sul token giovedì. Il tweet di Musk non era molto chiaro e ha semplicemente scritto:

Parole che sembrano quelle di un tormentone estivo o di una canzoncina per bambini. Ma se a scriverle è il ceo di Tesla, allora prendono tutto un altro valore.

Infatti, Baby doge è aumentata del 228,3% nelle ultime 24 ore. Le statistiche di sette giorni contro il dollaro USA mostrano che il baby doge è aumentato del 53% questa settimana e nelle ultime due settimane la cryptpmoneta è aumentata del 716,9%.

Se volete iniziare a investire in criptovalute potete affidarvi a broker come eToro che consentono di negoziare sulle principali criptovalute ed offrono servizi molto interessanti come il copy trading.

Baby doge cos’è

Baby doge ha una “carta di trama”, un audit e altra documentazione relativa a questa moneta.

Le informazioni su baby doge possono essere trovate sul tracker di token Binance Smart Chain (BSC) bscscan.com e la risorsa crittografica ha un sito Web chiamato babydogecoin.com.

“Baby Doge Coin ha imparato alcuni trucchi e lezioni da suo padre, Doge”, afferma il portale web. “Una nuova criptovaluta nata dai fan [e] dai membri della comunità online di Dogecoin. Baby Doge cerca di impressionare suo padre mostrando le sue nuove velocità di transazione migliorate [e] adorabilità”, aggiunge il sito web.

Inoltre, il sito web rileva:

[Baby doge] è iper-deflazionistico con un sistema di puntata intelligente integrato integrato per premiarti, quindi più monete baby doge vengono automaticamente aggiunte al tuo portafoglio ad ogni transazione. Semplicemente ama, accarezza e guarda crescere il tuo cucciolo di cane”.

Come si confronta Baby Doge con Dogefather e Sibling Shiba Inu? Il token meme del cane può essere in qualche modo deflazionistico per il suo design in quanto i possessori di baby doge li guadagnano semplicemente tenendoli.

“Guarda la quantità di baby doge crescere nel tuo portafoglio poiché tutti i titolari ricevono automaticamente una commissione del 5% da ogni transazione che avviene sulla rete Baby Doge”, i dettagli del portale web.

Tuttavia, c’è un’abbondante offerta di baby doge come bscscan.com e altri siti di aggregazione della capitalizzazione di mercato delle monete mostrano che ci sono quattrocentoventi quadrilioni di baby doge. È molto diverso dalla fornitura massima della rete Bitcoin (BTC) di 21 milioni.

Baby Doge e Shiba Ibu differenze

La moneta è stata scambiata giovedì per meno di un centesimo degli Stati Uniti a $ 0,000000001910 per baby doge. Ha toccato il massimo storico (ATH) di recente, a $ 0,0000000002014 ed è sceso solo del 5% rispetto all’ATH. Simile alla moneta shiba inu (SHIB), ha molte strade da percorrere prima che raggiunga un centesimo di valore negli Stati Uniti.

SHIB, d’altra parte, è molto più vicino di baby doge, a $ 0,000000839 per token SHIB. Anche la fornitura circolante di SHIB è molto inferiore, con solo quattrocentonovantasette trilioni di SHIB in circolazione oggi.

L’unica cosa che baby doge (BABY DOGE) ha che eclissa suo padre dogecoin (DOGE) e suo fratello shiba inu (SHIB) sono le commissioni di transazione più basse.

SHIB, ad esempio, è un token ERC20 ed è costretto a gestire le commissioni associate a Ethereum, mentre il dogecoin costa oltre 2 DOGE da inviare poiché la commissione media di transazione di giovedì è di circa $ 0,491 per transazione.

La transazione con BSC e baby doge offre agli utenti tariffe a partire da 1 gwei (una misurazione del gas Ethereum) o circa 0,000000001 BNB. Non ci sono dati sulle commissioni sul token baby doge, ma una transazione dovrebbe costare meno di un centesimo degli Stati Uniti.

Dogecoin ha fruttato il 34% delle entrate di Robinhood nel Q1

A proposito di Dogecoin, Robinhood, la società che ha contribuito a rendere popolare il trading azionario negli ultimi anni, ha visto una tale crescita nelle transazioni di questa criptovaluta quest’anno, tanto da includere un rischio specifico nel prospetto IPO legato alla criptovaluta.

La società ha dichiarato nel suo deposito IPO giovedì che il token ispirato ai meme ha rappresentato il 34% delle sue entrate basate sulle transazioni di criptovaluta nel primo trimestre. È in aumento rispetto al 4% nel quarto trimestre.

Gran parte di questa crescita ha coinciso con una raffica di tweet sul dogecoin del CEO di Tesla Elon Musk, che giovedì ha twittato “Release the Doge!”

Le entrate derivate da Dogecoin hanno rappresentato il 6% delle entrate complessive dell’azienda nel periodo, mentre le criptovalute hanno rappresentato il 17%. L’app di trading offre sette diverse monete digitali, tra cui bitcoin, ethereum e litecoin.

Robinhood ha affermato che la sua attività potrebbe essere danneggiata “se i mercati del dogecoin si deteriorano o se il prezzo del dogecoin diminuisce, anche a causa di fattori come le percezioni negative del dogecoin o la maggiore disponibilità di dogecoin su altre piattaforme di trading di criptovaluta”.

Il trading di criptovalute, introdotto per la prima volta da Robinhood nel 2018, è cresciuto a dismisura negli ultimi anni. Robinhood guadagna con le criptovalute indirizzando gli ordini ai market maker che secondo la società offrono “prezzi competitivi” e prendendo una percentuale del valore dell’ordine.

Nel complesso, le risorse crittografiche sulla piattaforma sono salite alle stelle nel primo trimestre su base annua da $ 480,7 milioni a $ 11,6 miliardi. Le entrate totali sono aumentate del 309% nel periodo a $ 522 milioni dai $ 128 milioni dell’anno prima.

Ma il ridimensionamento a volte si è rivelato problematico, secondo il deposito. Ad esempio, le interruzioni parziali del servizio e il servizio degradato durante i periodi di elevato volume di scambi di criptovalute sono stati un problema a metà aprile e all’inizio di maggio.

Simile a PayPal, che non consente ai suoi clienti di trasferire criptovalute ad altri portafogli digitali, Robinhood non consente agli utenti di depositare o prelevare criptovalute all’interno o all’esterno dell’app, sebbene abbia affermato che potrebbe aggiungere tale funzionalità in futuro.

Sebbene Robinhood non citi alcun rivale nel deposito, la società riconosce di operare in mercati “altamente competitivi” insieme a “intermediari di sconti, società di tecnologia finanziaria affermate, società di tecnologia finanziaria finanziate da venture, banche, scambi di criptovalute, società di gestione patrimoniale”. e piattaforme tecnologiche”.

Oltre a PayPal, Coinbase, che è diventato pubblico all’inizio di quest’anno, e Square’s Cash App sono due servizi popolari utilizzati dai consumatori statunitensi per acquistare e vendere criptovalute.

Vi aggiorneremo sulla situazione di BabyDoge e Robinhood. Nel frattempo se volete investire in criptovalute con piattaforme sicure vi consigliamo eToro, un broker regolamentato con cui negoziare sulle principali criptovalute.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here