Robinhood è una piattaforma affidabile? [Opinioni 2021]

We are all investors“. Siamo tutti investitori. E’ questo lo slogan più popolare di RobinHood, app di trading online nata nel 2013 che, in poco tempo, ha attirato trader alle prime armi come api al miele.

E’ diventata famosa con il caso GameStop attirando milioni di utenti in poco più di 7 anni, soprattutto giovani che vogliono lanciarsi da neofiti nell’oceano del mercato finanziario, con tutti i rischi che comporta.

Ad agosto 2020, è stata quotata 11,2 miliardi di dollari. E’ diventata, a tutti gli effetti, una macchina da soldi raggiungendo un incredibile successo. Anche gli scambi e le quotazioni di Bitcoin, ultimamente, si sono impennati grazie agli investimenti su questa piattaforma.

Il broker, infatti, non mette a disposizione soltanto strumenti tradizionali ma anche crittografici.

Consente a chiunque di investire nel mercato finanziario, anche a chi non ha esperienza né grandi somme a disposizione.

Se non fosse per i soldi reali da investire, sembrerebbe un videogame. Crei un profilo, selezioni i pacchetti su cui puntare, decidi quando ritirare il capitale investito o se trasferirlo su altri titoli. Più transazioni fai, più sali di livello, più sali di livello e più possibilità hai di investire. Ogni operazione richiede pochi tap sul display. Puoi collegare una carta al tuo account.

Un paio di vicende hanno compromesso la sua reputazione. Ne parleremo più avanti facendo una sintesi dei problemi riscontrati, le irregolarità, opinioni e recensioni.

Per completezza e dimostrare che il trading online non è una truffa ma un sistema per investire seriamente, suggeriamo le migliori alternative a Robinhood (professionali e regolamentate), in grado di offrire sicurezza, affidabilità e trasparenza agli utenti.

Per fare trading sulle criptovalute è consigliabile sfruttare le piattaforme CFD come ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) che offre il trading sulle principali criptovalute in circolazione.

Per saperne di più sui servizi di eToro potete visitare il sito ufficiale qui.

Robinhood Cos’è

Robinhood è una piattaforma di trading che dà modo agli utenti di investire in azioni, oro, ETF (fondi di investimento), opzioni.

Robinhood

Dà la possibilità anche di acquistare e scambiare criptovalute mettendo a disposizione un numero limitato di strumenti crittografici, una selezione delle monete digitali più rilevanti (primo fra tutti il Bitcoin).

Il tutto senza spendere in commissioni (almeno, in apparenza) e senza rivolgersi a consulenti, utilizzare canali bancari o piattaforme costose. La compagnia ha speso milioni di dollari in marketing per presentarsi come nemica giurata delle banche e delle app di trading che applicano commissioni.

La piattaforma è gestibile su desktop o tramite app mobile per smartphone (Android, iOS e Apple Watch).

Consente agli investitori in erba di effettuare transazioni molto basse, a partire da 1 euro.

La società Robinhood Markets Inc. ha sede in California ed opera esclusivamente per il mercato USA, almeno per ora.

La piattaforma è regolamentata da SEC (Securities and Exchange Commission) e da FINRA (Financial Industry Regulatory Authority). Non possiede nessun’altra regolamentazione di altri Paesi nel mondo.

Robinhood: domande frequenti (FAQ)

Cos’è Robinhood?

E’ un broker online statunitense che dà la possibilità di operare in diversi mercati tramite desktop o app mobile di trading (disponibile per Android, IoS, Apple Watch).

Robinhood si può utilizzare in Italia e in Europa?

Per ora no, è disponibile solo negli Stati Uniti. Il broker aveva pianificato di aprire nel Regno Unito nel 2020 ma, a seguito del Covid e della Brexit, tutto è stato posticipato a data da destinarsi. La piattaforma richiede il codice fiscale americano (Social Security Number): un cittadino italiano o europeo o di altri Paesi al di fuori degli USA non può, al momento, aprire un conto

E’ gratuita?

Sì, è a zero commissioni fisse. Il broker trae profitto dalla sua attività con altri sistemi.

Come guadagna Robinhood?

Presta denaro ai clienti ma oltre la metà dei suoi introiti derivano dalla vendita dei dati relativi alle loro transazioni (una pratica, quest’ultima, finita sotto inchiesta grazie ad un’indagine della SEC).

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy trading
66% dei conti al dettaglio perde soldi
Copy fundsISCRIVITI
Servizio CFD
72% dei conti al dettaglio perde soldi
Conto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSocial trading, AutotradeISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Ultime novità su Robinhood?

L’ultima notizia riguarda il caso Reddit legato al rialzo di certi titoli in Borsa. Nelle ultime giornate di gennaio 2021, molti titoli mondiali hanno dapprima subito crescite e rally al rialzo, poi correzioni al ribasso.

Un gruppo di investitori tramite Reddit ha organizzato una strategia contro gli shorter (ribassisti di certi assets) causando importanti squilibri all’interno del mercato. In questo contesto, inizialmente Robinhood ha bloccato la possibilità di negoziare su azioni GameStop, poi ha concesso di nuovo l’accesso in modo limitato.

Qual è l’alternativa migliore a Robinhood?

Senza dubbio eToro (clicca qui per il sito ufficiciale), una piattaforma sicura, affidabile, gratuita che, oltretutto, permette di copiare automaticamente le operazioni dei migliori trader del mondo.

Profitti di Robinhood: come li fa

Robinhood non applica commissioni né spese, anche se alcune transazioni hanno un costo.

La piattaforma deve sostenere costi operativi, le transazioni sul mercato costano e dal 2013 ha investito parecchio in marketing. In pochi anni ha gestito 20 miliardi di dollari.

Quali sono le sue fonti di guadagno?

Le fonti dichiarate sono gli interessi incassati sui prestiti di denaro ai clienti. Grazie alle operazioni a margine (che danno al trader la possibilità di operare con un valore maggiore rispetto a quello disponibile) l’app incassa denaro prestando soldi.

Con la marginazione, Robinhood presta denaro per acquistare titoli sul mercato. Il trader dovrà restituire il capitale ricevuto in prestito in ogni caso, sia se l’operazione va bene sia se va male. Rischia di ritrovarsi con un debito enorme da pagare.

E’ per questo motivo che un ragazzo 20enne, Alexander Kearns, a giugno 2020, si è suicidato dopo aver appreso di aver perso oltre 730mila dollari. In realtà, stava guadagnando con altre operazioni ma non l’ha notato per via della complessa interfaccia di Robinhood.

Il broker guadagna anche dalla pubblicità in pagina e con il sistema delle Fractional Shares, acquistando azioni e spezzettandole in molte quote che poi rivende ricavando profitti. Il problema è che queste piccole quote di azioni sono uno strumento completamente illiquido e non sono trasferibili.

Un’altra fonte di guadagno proviene dai conti Robinhood Gold, un tipo di conto che costa 5 dollari al mese.

La grossa fetta di guadagno, però, è molto poco trasparente: consiste nel vendere le informazioni sulle operazioni effettuate dai clienti ad operatori internazionali di trading ad alta frequenza (in particolare, Citadel Securities e Two Sigma Securities) che, in questo modo, le eseguono prima degli stessi clienti.

In sostanza, queste compagnie, battendo nel tempo i clienti, accumulano profitti ai loro danni: i clienti pagano di più i titoli che acquistano.

E’ una pratica scorretta, finita sotto inchiesta grazie ad un’indagine della SEC (la CONSOB americana). Robinhood ha già ricevuto multe per milioni di dollari per questo tipo di operazioni e molto probabilmente anche questa inchiesta gli costerà una pesante sanzione o una denuncia.

Migliori alternative per fare trading di criptovalute

Le alternative a Robinhood degne di nota sono regolamentate in Europa e in Italia, affidabili, sicure, facili da usare, intuitive, al servizio di chi sa che il trading non è un gioco ma un investimento serio.

Queste piattaforme professionali non prevedono commissioni, guadagnano in modo trasparente grazie a spread molto contenuti e concorrenziali (la differenza tra prezzo di acquisto e di vendita).

Puoi iniziare con un conto demo (un portafoglio virtuale) e fare trading con piccole somme (tra 250 e 500 euro).

Le migliori alternative per fare trading di criptovalute sono broker del calibro di eToro, ForexTB, Plus500.

Queste piattaforme consentono agli investitori di puntare sulle crypto d’interesse usando strumenti derivati senza dover acquistare direttamente la moneta digitale.

Trading criptovalute con eToro

eToro si attesta come il primo e miglior broker online professionale usato da milioni di appassionati di trading su criptovalute.

La sua attività si concentra sulla qualità e sull’aggiornamento costante rendendo disponibili centinaia di strumenti finanziari, classici e innovativi. Tra gli strumenti finanziari innovativi spiccano le maggiori criptovalute presenti sul mercato come Bitcoin ed Ethereum.

Si seleziona un asset e si accede alla pagina operativa dove poter mettere in atto la propria strategia di acquisto o vendita. Chi ha poco tempo disponibile o preferisce sfruttare un sistema automatizzato, può utilizzare la funzione gratuita del Copy Trading.

Questa funzione, da testare mediante account demo, consente di copiare in modo semplice e rapido le scelte strategiche dei migliori trader in circolazione, i Popular Investor iscritti al programma. Chi ‘copia’ ha la possibilità di ottenere subito gli stessi rendimenti di un trader esperto a scelta e di imparare ciò che fanno i migliori professionisti interagendo con loro.

eToro permette davvero di iniziare a fare trading online partendo da zero con un deposito minimo di 200 dollari.

Lo fa dimostrando ogni giorno di essere una piattaforma affidabile, sicura, trasparente e gratuita. Non a caso è l’app di trading indipendente più utilizzata in Italia e in Europa. eToro è regolamentata, concessa in licenza da FCA (Regno Unito), CySEC (Cipro) e ASIC (Australia).

Per iniziare a fare trading di criptovalute con eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading di criptovalute con Plus500

La storica piattaforma di trading online Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale) esiste da oltre 10 anni ed è una delle più utilizzate dagli appassionati di criptovalute.

La registrazione è gratis con la possibilità di scegliere tra account reale con deposito minimo di 100 euro (per fare trading CFD di criptovalute ed altri asset) o conto demo illimitato e senza deposito (per i neofiti che necessitano di simulazioni virtuali per imparare).

La piattaforma offre una buona varietà di criptovalute (le più rilevanti come Bitcoin, Ethereumm Litecoin) su cui fare trading via CFD, uno strumento che consente non di acquistare direttamente crypto ma di negoziare sulle oscillazioni prodotte.

L’interessante caratteristica di Plus500 è data dagli spread assolutamente competitivi, tra i più bassi del mercato.

Plus500 è un broker regolamentato FCA, CySEC (numero Licenza 250/14), ASIC, MAS, IE Singapore, FMA e SA FSP.

Puoi iniziare a fare trading CFD di criptovalute con Plus500 cliccando qui.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

Trading criptovalute con ForexTB

ForexTB offre una vasta gamma di strumenti finanziari, tra cui la sezione delle criptovalute, che viene aggiornata costantemente in base ai progressi del settore crittografico e di nuove monete. La registrazione è gratuita.

Dal proprio profilo personale, l’utente grazie alla barra di ricerca può individuare la criptovaluta d’interesse digitando il nome. Così facendo, apre la posizione secondo i propri studi.

ForexTB (qui trovi il sito ufficiale) è un broker professionale che dà modo agli utenti meno esperti di iniziare a fare trading senza commettere errori su crypto tramite conto demo gratuito, senza deposito iniziale né limiti di tempo.

E’ una piattaforma intuitiva, semplice da usare, a commissioni zero ed offre supporto professionale. Si può essere seguiti gratis da un esperto di trading per telefono che può dare consigli preziosi.

ForexTB fornisce gratuitamente anche un ottimo corso, dettagliato e completo, un ebook da scaricare, che insegna a fare trading senza correre rischi eccessivi. Mette a disposizione una piattaforma demo gratuita e illimitata, per fare esperienza con denaro virtuale prima di tradare con denaro reale.

ForexTB è autorizzato e regolamentato dalla CySEC.

Puoi iniziare a fare trading di criptovalute con ForexTB da qui.

77,80% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Robinhood: Opinioni e recensioni

Prima di affidarsi ad un broker online, bisogna sempre verificarne l’affidabilità, eventuali regolamentazioni ed autorizzazioni, leggere opinioni e recensioni, conoscere la sua web reputation.

Puoi leggere esperienze personali e testimonianze su Trustpilot, carpire opinioni dai forum su Robin Hood. Attenzione, però, a non incappare in recensioni non veritiere o scorrette. E’ preferibile consultare siti affidabili e professionali.

Le opinioni su Robinhood si dividono in due posizioni contrapposte. Da una parte, si rivendica l’opportunità di accedere ai mercati senza dover ricorrere a società di intermediazione. Dall’altra, la piattaforma viene accusata di mettere a disposizione di utenti giovani e inesperti uno strumento complesso dove il rischio di perdere soldi è sempre dietro l’angolo.

Opinioni, punti di vista e pareri a parte, c’è da considerare questo. In base alle regole americane, Robinhood si collega al conto bancario degli utenti senza alcuna protezione del saldo negativo. Ciò significa che, operando con questo broker, se perdi più di ciò che hai sul tuo conto, diventi debitore e dovrai pagare tutto ciò che hai perso.

Utilizzando le piattaforme europee questo non succede: per l’ente di regolamentazione europeo la protezione del saldo negativo è obbligatoria.

Il problema più grosso di questa app è che molti giovani iscritti aspiranti trader pensano che investire sia una scommessa, un gioco ed è molto pericoloso se non si ha un minimo di conoscenza del settore, esperienza, almeno una piattaforma demo che però Robinhood non mette a disposizione.

Robinhood vende informazioni sensibili dei suoi clienti, l’abbiamo visto, ma ha anche altri problemi. Problemi di sicurezza e tecnici. In diverse occasioni, gli hacker hanno penetrato le barriere di sicurezza svuotando i conti degli utenti. Nel 2020, sono state oltre 2.000 le vittime derubate dagli hacker per le falle di sicurezza.

L’app soffre di problemi tecnici periodici che provocano malfunzionamenti, addirittura il blackout totale. Il 2 marzo 2020, i trader non hanno potuto operare nel giorno in cui il Dow Jones ha battuto il record di guadagno giornaliero.

Conclusioni

Pur avendo rivoluzionato (in apparenza) il settore dando la possibilità di fare trading senza pagare commissioni, questo broker presenta alcune ombre. Il suo modello di business decisamente poco trasparente è finito sotto inchiesta della SEC.

Robinhood recensione

Scoprendo quali sono le fonti di guadagno di Robinhood (anche illecite come la vendita dei dati dei clienti) si comprende la scarsa trasparenza di questo broker.

L’app di trading spinge, oltretutto, a considerare il trading online come un gioco, una scommessa e questo può portare, come abbiamo visto, un trader a perdere soldi in modo drammatico. Senza contare i problemi tecnici e di sicurezza: anche in questo caso, si perdono soldi o i conti vengono svuotati da hacker.

Investire con il trading è una cosa seria ed è per questo che bisogna scegliere una piattaforma professionale come ad esempio eToro o Plus500, affidabile e senza sorprese.

Nella nostra guida, perciò, proponiamo le migliori alternative a Robinhood, piattaforme ideali per principianti che operano seriamente e in modo trasparente da diversi anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here