La piattaforma Stellar sta cercando di acquisire il gigante dei pagamenti MoneyGram

Secondo un recente rapporto di Bloomberg, la Stellar Development Foundation ha deciso di acquisire la società gigante dei pagamenti MoneyGram.

Il documento sottolinea poi come, l’organizzazione no profit dietro la piattaforma di Stellar Lumens stia lavorando con la società Advent International, con sede a Boston. Questa collaborazione dovrebbe appunto culminare con l’acquisizione di MoneyGram e, secondo i progetti di Stellar, a gestirla sarà la società di private equity.

Ma Cosa ci guadagnerà effettivamente Lunar? E da quanto tempo la piattaforma blockchain progetta questa mossa?

Se volete iniziare a investire in criptovalute potete affidarvi a broker come eToro che consentono di negoziare sulle principali criptovalute ed offrono servizi molto interessanti come il copy trading.

Cos’è la piattaforma Stellar?

La piattaforma Stellar, meglio nota come Stellar Lumens, è una rete open source decentralizzata, nata nel 2015 e che fino ad oggi ha racimolato quasi 5 milioni di utenti.

Infatti la blockchain di Lunar permette di scambiare ogni tipo di valuta tradizionale mediante il toekn Lumen,in modo semplice e veloce. Grazie alle sue caratteristiche questo servizio, oltre ad essere tra i più diffusi, è particolarmente apprezzato dalle aziende. Questo è sicuramente dovuto alla possibilità di inviare denaro in altri paesi, anche extraeuropei, a costi molto bassi, velocemente e senza impedimenti.

L’obiettivo di Lunar è proprio quello di velocizzare le transazioni e, visti i suoi tratti distintivi, può essere considerata come grande avversaria di Ripple, con la quale condivide moltissimi aspetti.

In ogni caso i trasferimenti sono possibili grazie alla mediazione del token Lumen.

L’acquisizione è decisa?

Anche se Stellar Lumen ha già preso accordi che la società di private equity Advent International, la decisione relativa all’acquisizione di MoneyGram non è ancora stata definita.

Sembra infatti che diverse aziende abbiano messo gli occhi su quest’operazione, che potrebbe rivelarsi piuttosto ghiotta, soprattutto se si considera la crescente domanda di pagamenti online e piattaforme abilitate. In particolare nel 2017, la società di pagamenti elettronici di proprietà di Alibaba, Ant Group, aveva accettato di acquistare MoneyGram per 1,2 miliardi di dollari.

Tuttavia l’affare si era arenato, anche se la società era riuscita ad ottenere l’approvazione del Comitato per gli investimenti esteri negli Stati Uniti. Allo stesso modo, anche Western Union, durante lo scorso anno, aveva avanzato un’offerta per la società di pagamenti online, ma la proposta non ebbe seguito.

Questo però fa capire quanto l’acquisizione di un colosso come MoneyGram da parte di Lunar, non solo farà lievitare il valore della società, ma la proietterà più velocemente nel mondo dei pagamenti digitali. Se l’operazione andasse a buon fine infatti, Lunar entrerebbe in possesso della tecnologia di MoneyGram, acquisendo un grande vantaggio sulla concorrenza.

L’interesse verso MoneyGram

La Stellar Development Foundation, società che supporta la blockchain Stellar, è l’ultima società ad aver mostrato interesse verso MoneyGram. In particolare, la piattaforma Stellar, vuole portare avanti un’acquisizione nei confronti del colosso dei pagamenti online.

A far pesare la bilancia verso questa decisione ci sarebbero le caratteristiche di Lunar, che facilita i pagamenti transfrontalieri. Di conseguenza, incorporando le tecnologie e le conoscenze di MoneyGram, potrebbe rafforzare e migliorare le caratteristiche delle sue transazioni.

Tuttavia, anche se la decisione non è ancora stata presa, il valore di MoneyGram è aumentato di quasi il 12%, arrivando al prezzo di 11,49 USD. Il titolo è cresciuto del 265% nell’ultimo anno, mentre la società ha un valore di mercato di 902 milioni di dollari.

XLM-USD MGI
Nome
Var %
Market Cap
Volume

MoneyGram: un obiettivo per tanti

Come abbiamo visto, l’acquisizione di MoneyGram è un’operazione progettata e voluta da moltissime società e aziende. Infatti oltre ad Alibaba, Western Union e la più recente Lunar, anche Ripple ha messo il colosso dei pagamenti digitali nel suo mirino.

()
()

In particolare la società nata a San Francisco avrebbe acquistato una quota, pari a 30 milioni di dollari, di MoneyGram nel 2019. Questo però permetteva a MoneyGram di utilizzare XPR nelle transazioni internazionali. Tuttavia l’accordo di collaborazione stipulato tra le due società terminerà “naturalmente” il prossimo marzo, almeno secondo quanto annunciato da entrambe le parti.

Va detto che a minare il sodalizio tra le due società, potrebbero esserci i problemi legali di Ripple con la Security Exchange Commission statunitense. In ogni caso questa non sarebbe la prima collaborazione di MoneyGram, che infatti nel maggio di quest’anno ha firmato un accordo con l’azienda Coinme.

Quest’ultima, focalizzata su Bitcoin, si è posta l’obiettivo insieme alla partner MoneyGram di facilitare acquisto e vendita di questa criptovaluta.

Vi aggiorneremo sulla situazione di Stellar e la possibile acquisizione di MoneyGram. Nel frattempo se volete investire in criptovalute con piattaforme sicure vi consigliamo eToro, un broker regolamentato con cui negoziare sulle principali criptovalute.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here