Comprare Polkadot: cos’è e come funziona la criptovaluta DOT

Se ti stai chiedendo come comprare Polkadot e se conviene, oltre a dirti che non sei sicuramente il solo considerando i prezzi interessanti che sta raggiungendo, ti diciamo anche che sei capitato nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, ti proponiamo una guida completa su Polkadot, un’architettura di scambio e traduzione multi-chain eterogenea. Importante giacché permette alle chain laterali personalizzate di connettersi con blockchain pubbliche. Ad ideare Polkadot è stato il co-fondatore di Ethereum Gavin Wood.

Ti diremo quindi anche quali sono i migliori broker per investire su Polkadot e le previsioni future di questa particolare criptovaluta.

Per fare trading sulle criptovalute è consigliabile sfruttare le piattaforme CFD come ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) che offre il trading sulle principali criptovalute in circolazione.

Per saperne di più sui servizi di eToro potete visitare il sito ufficiale qui.

Polkadot: cos’è

Cos’è Polkadot? Si tratta di una blockchain scalabile, la quale serve a garantire l’interoperabilità tra diversi network. Oltre ad offrire un protocollo che consenta alle varie chain di connettersi in totale sicurezza.

Dunque, rientra a pieno titolo nel cosiddetto Web3, per sviluppare infrastrutture informatiche sul web decentralizzato. Avente come nucleo centrale proprio Polkadot.

Fattore cruciale per la sua riuscità è la scalabilità. Ovvero la possibilità di ospitare sempre più progetti, garantendo loro di essere sempre più connessi con bassi costi e in modo fluente.

Se è vero che ormai sono nati vari progetti che puntano ad obiettivi simili, nel caso di Polkadot abbiamo un progetto che offre interfacce che consentono la trasmissione di dati raw, vale a dire non tokenizzati.

Ciò risulta molto utile per far entrare in funzione gli smart contract, anche qui centrali per il funzionamento della blockchain Polkadot.

Ancora, Polkadot consente a blockchain molto diverse tra loro di connettersi anche senza l’esistenza di un Token.

Altro dato significativo di Polkadot è che non servono Fork per implementarsi. Il che però consente un rallentamento del progetto, altri costi e non sempre linearità di tutte le fasi. In pratica, si sdoppia il progetto: uno resta nella vecchia forma, il nuovo che nasce prevede invece le novità.

Polkadot (DOT), invece, aggira la necessità delle fork.

Infine, occorre sempre valutare chi ci sia dietro un progetto per valutarne la bontà. Nel caso di Polkadot abbiamo Gavin Wood, tra i fondatori di Ethereum insieme a Vitalik Buterin. Già inventore di protocolli di successo come il Proof of Authority o di Whisper.

Migliori broker per investire in criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy trading
66% dei conti al dettaglio perde soldi
Copy fundsISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Ethereum e Polkadot

Il parallelismo di Polkadot con Ethereum viene facile poiché la prima funziona in modo simile alla seconda. Del resto, è stata creata da un suo co-fondatore, quindi punta anche a superarne dei limiti.

Polkadot è più precisamente una parachain, ovvero una blockchain che può eseguire un throughput di transazione più elevato rispetto a Ethereum.

Parachain è l’abbreviazione di “blockchain parallele”. Parity Technologies è un’azienda europea molto importante nel progetto Polkadot, poiché ha il ruolo di creare strumenti destinati alla piattaforma open source del progetto.

Polkadot già vanta oltre 230 progetti basati sulla sua Blockchain. Come Interlay, che vorrebbe lanciare un progetto chiamato “PolkaBTC” entro quest’anno. Ma anche il cross-chain Equilibrium, il primo progetto Polkadot verificato da Quantstamp.

Si può dire comunque che Polkadot non costringerà Ethereum a finire in cantina. Bensì, sarà solo una parte di quel progetto per il quale Ethereum è stato inizialmente generato. Dunque, un alleato e non un concorrente.

Certo, è indubbio che Polkadot sia anche in concorrenza con Ethereum, anche perché ne supera alcuni problemi tipici di quest’ultimo. Ancora presenti malgrado alcuni accorgimenti. Si pensi, per esempio, ai cosiddetti colli di bottiglia o agli throughput di transazione che ne limitano l’utilizzo.

Del resto, non è un caso, che ultimamente Ethereum sia andato spesso in congestione e abbia presentato non pochi costi in termini di commissione.

Dot: la criptovaluta di Polkadot

DOT è il token di Polkadot, il quale consente agli utenti di votare su potenziali modifiche al codice. Modifiche che si aggiornano in automatico una volta che la votazione favorevole raggiunge la maggioranza.

Da diverso tempo, la criptovaluta Polkadot (DOT) sta facendo registrare numeri importanti, tanto da raggiungere anche il sesto posto per capitalizzazione di mercato. Al momento della scrittura, è sesto, ma distaccando di 10 miliardi di dollari americani Ripple, ormai sempre più giù dopo diverso tempo passato al terzo posto alle spalle di Ethereum.

A favorire il rialzo di DOT, oltre che la bontà del progetto Polkadot che ne è alla base, anche e soprattutto la quotazione su uno dei più importanti Exchange al mondo: Binance. Tanto da far registrare un rialzo che ha superato il 200%.

Non si escludono poi altri aumenti futuri, soprattutto se riuscirà a scalzare Ethereum, già insidiata da Binance Coin, proprio il token dell’Exchange. Del resto, proprio la maggiore scalabilità di cui abbiamo parlato prima, la sta rendendo preferita alla criptovaluta ideata dal russo-canadese Vitalik Buterin. Non solo per questioni di fluidità ma anche per questioni di commissioni basse.

Comprare Polkadot: le domande frequenti

Cos’è Polkadot?

Si tratta di una blockchain scalabile, la quale serve a garantire l’interoperabilità tra diversi network.

Oltre ad offrire un protocollo che consenta alle varie chain di connettersi in totale sicurezza. Si tratta dunque del cosiddetto Web3.

Ideata dal co-fondatore di Ethereum Gavin Wood, punta a superarne i limiti. Quindi si presenta più vantaggiosa in termini di scalabilità e di commissioni più basse.

Il token DOT, che serve per far funzionare il sistema, è anche acquistabile e tradabile. Sta facendo parlare di sé per le impennate di prezzo che sta raggiungendo di recente.

Conviene comprare Polkadot (DOT)?

La criptovaluta Polkadot da inizio 2021 sta facendo registrare importanti rialzi di prezzo, arrivando a sfiorare i 34 dollari americani. Basti pensare che aveva chiuso il 2020 poco sopra i 5 dollari. Ciò soprattutto perché è stato inserito nell’elenco di criptovalute dall’Exchange Binance, uno dei più importanti al mondo.

Secondo diversi analisti, il prezzo di Polkadot è destinato a salire ancora, soprattutto se riuscirà a scalzare Ethereum visto che si mostra molto più conveniente e scalabile. Oltre alla sua possibile adozione da parte di altri Exchange importanti.

Come comprare Polkadot (DOT)?

Le strade sono due: o acquistandolo tramite gli Exchange che lo prevedono e sfruttare i suoi cambi di prezzo, o facendo il trading CFD, quindi posizionandosi long o short a seconda dell’andamento.

I migliori broker per investire su Polkadot (DOT) sono eToro e ForexTB.

Capitalizzazione di mercato

Qual è la capitalizzazione di mercato di Polkadot? Al momento della scrittura, secondo i dati aggiornati di CoinGecko, Polkadot si piazza al sesto posto per marketcap tra le criptovalute.

Con 36.516.330.038 USD, poco dietro Cardano, che registra un marketcap con 37.743.427.674 USD e molto più avanti di Ripple (XRP) ormai da tempo in affanno dopo essere stata per qualche anno sul podio, con 26.412.051.040 USD.

Come investire su Polkadot (DOT)

Come ogni criptovaluta, è possibile investire su Polkadot (DOT) in 2 modi:

  1. compra/vendita sugli Exchange: piattaforme che prevedono la possibilità di acquistare criptovalute quando il prezzo è più basso e rivenderle quando registrano un rialzo. Così da registrare un margine di profitto. Alcuni Exchange consentono anche di scambiare criptovalute con valute FIAT. Trova gli Exchange che prevedono Polkadot (DOT) nel proprio elenco di criptovalute.
  2. Trading CFD: puoi fare trading con i CFD, il che ti consente di investire su Polkadot (DOT) senza possederla direttamente. Inoltre, puoi sfruttare tutti i movimenti di prezzo di DOT, senza attendere per forza solo il rialzo. Quindi, guadagnare anche quando il prezzo scende.

Dove comprare Polkadot

La criptovaluta Polkadot (DOT) è acquistabile in modo sicuro su due broker come eToro e ForexTB. Con regolare licenza per operare e tanti servizi a disposizione degli utenti, per facilitare la sua attività.

eToro

Il broker eToro consente di comprare Polkadot (DOT) in totale sicurezza, avendo 3 licenze per operare.

Puoi vedere cosa fanno gli altri trader su Polkadot (DOT) grazie al Social trading o copiare cosa fanno i migliori trader (Popular investors) con il Copy trading.

Per iniziare a investire in criptovalute con eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

ForexTB

Il broker ForexTB vanta invece la licenza CySEC e ti consente di scegliere tra 4 account diversi in base alla tua esigenza.

Puoi formarti su Polkadot scaricando eBook, seguendo Webinar, facendo pratica con un Conto demo da 100mila euro.

Puoi anche farti consigliare su quando e come investire con i segnali di trading di Trading Central.

Per iniziare a investire in criptovalute con ForexTb clicca qui.

77,80% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Previsioni Polkadot

Fare previsioni sulle criptovalute non è mai cosa facile e forse finisce per essere pure fuorviante.

Da inizio 2021, la criptovaluta Polkadot (DOT) ha visto aumentare di sette volte il suo prezzo, con una capitalizzazione di mercato consolidatasi al sesto posto e pronta a tornare al quinto.

Tuttavia, occorre anche vedere se il rialzo sarà ancora sostenuto o tenderà ad affievolirsi fino ad una inversione di tendenza. Potrebbe puntare i 40 dollari nel breve periodo proseguendo su questa scia, dato l’inserimento di Binance nella sua lista di criptovalute che potrebbe essere emulata da altri Exchange.

Ma gli esempi sono tanti di criptovalute poi crollate di prezzo da un momento all’altro. Dipenderà anche dal ruolo che avrà rispetto ad Ethereum. Se quest’ultima riprenderà terreno nei suoi confronti o rischia di essere scavalcata. Il che potrebbe portare Polkadot a puntare pure Bitcoin.

Dunque, consigliamo prudenza nel trading CFD su Polkadot.

Quotazione Polkadot

Ecco la quotazione in tempo reale di Polkadot (DOT)

Conclusioni

Polkadot non è una semplice criptovaluta, ma una blockchain per mettere in connessione altre blockchain diverse abbattendo i costi data l’alta scalabilità.

Comprare Polkadot DOT

Creata da Gavin Wood, tra i fondatori di Ethereum insieme a Vitalik Buterin, e già inventore di protocolli di successo come il Proof of Authority o di Whisper, punta e già riesce, a superare i limiti propri di Ethereum. Come i colli di bottiglia e le congestioni.

Polkadot sta facendo parlare di sé per i prezzi che sta registrando ad inizio 2021, grazie anche all’adozione dell’Exchange Binance, tra i più importanti al mondo.

Puoi comprare Polkadot (DOT) in tutta tranquillità su broker come eToro e Forextb.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here