Bitcoin, centrale per mining sotto accusa per inquinamento ambientale

Una centrale elettrica a gas, utilizzata per supportare un’operazione di estrazione di Bitcoin nello stato di New York, sta dividendo i residenti locali sul costo ambientale del processo ad alta intensità energetica rispetto ai vantaggi economici che l’azienda porta in città.

La gente del posto che ha protestato contro le operazioni dell’impianto, che si trova sulle rive del lago Seneca, ha espresso preoccupazione per il fatto che stia inquinando l’aria e riscaldando il lago. Il quale, tra l’altro, è il più grande dei Finger Lakes, secondo quanto riportato da NBC News.

“Il lago è così caldo che ti sembra di essere in una vasca idromassaggio”, ha detto alla NBC Abi Buddington, residente a Dresda, New York, la cui casa è vicina allo stabilimento.

Buddington, che funge anche da segretario del Comitato per la conservazione dei Finger Lakes, ha contribuito a organizzare una protesta presso un vicino ufficio del Dipartimento per la conservazione ambientale ad Avon, New York, il mese scorso contro la pianta.

La protesta è stata organizzata anche da Seneca Lake Guardian, un’organizzazione no profit per la conservazione.

“Queste operazioni crittografiche stanno cercando un luogo che abbia un potere relativamente economico in un clima relativamente fresco”, ha detto alla NBC Yvonne Taylor, vicepresidente del gruppo. “È un modello di business orribile per tutto lo Stato di New York, gli Stati Uniti e per il pianeta”.

Se volete iniziare a investire in criptovalute potete affidarvi a broker come eToro che consentono di negoziare sulle principali criptovalute ed offrono servizi molto interessanti come il copy trading.

Mining Bitcoin ancora sotto accusa

Il mining di bitcoin è il processo ad alta intensità energetica che produce nuovi bitcoin mentre elabora le transazioni effettuate con la fornitura esistente.

È diventato un importante punto di critica per la criptovaluta, con anche alcuni dei suoi più grandi sostenitori come il CEO di Tesla Elon Musk che ne denunciano l’impatto ambientale.

Dove si trova centrale elettrica per mining Bitcoin

La struttura sulle rive del lago Seneca è di proprietà della società di private equity Atlas Holdings e gestita da Greenidge Generation, secondo quanto riportato dalla NBC. Atlas ha acquistato l’impianto a carbone nel 2014, tre anni dopo la sua chiusura, afferma il rapporto, e lo ha convertito a gas naturale, afferma il rapporto.

L’impianto di quasi 80 anni ha ripreso a funzionare nel 2017 e ha generato energia per la rete solo nei periodi di forte domanda, secondo il rapporto.

Ma nel 2019, Greenidge ha iniziato a utilizzare l’impianto per alimentare i suoi sforzi di mining di Bitcoin. Poiché il prezzo di Bitcoin è aumentato da allora, anche il potenziale profitto derivante dall’estrazione della criptovaluta è aumentato e Greenidge ha aumentato la produzione dell’impianto.

Durante i 12 mesi terminati il 28 febbraio 2021, la società ha dichiarato di aver estratto 1.186 bitcoin al costo di circa 2.869 dollari ciascuno. Bitcoin, è estremamente volatile, attualmente viene scambiato a circa $ 33.600 per moneta.

Ma la crescente domanda di energia per alimentare le operazioni di mining di Bitcoin ha preoccupato la gente del posto e gli ambientalisti.

Greenidge, da parte sua, afferma che le autorità ambientali statali hanno stabilito che l’impianto “non ha un impatto significativo sull’ambiente”, secondo NBC.

La società ha dichiarato il mese scorso che le sue operazioni sarebbero presto a zero emissioni di carbonio, ha riferito la NBC, e sta acquistando crediti di carbonio che compensano le emissioni dell’impianto.

Dopo la protesta locale del mese scorso, la società ha annunciato la pubblicazione di uno studio di una società di consulenza economica che ha propagandato la creazione di posti di lavoro nell’area e ha definito la sua struttura carbon neutral.

L’impianto impiega 31 dipendenti, ha affermato la NBC, e la società ha dichiarato il mese scorso che prevede di aggiungere almeno altri 10 dipendenti a tempo pieno nel prossimo anno.

Ma Judith Enck, ex amministratore regionale dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente e membro anziano e membro della facoltà in visita al Bennington College nel Vermont, ha detto alla NBC che i crediti di carbonio di Greenidge probabilmente “non sono un modo particolarmente efficace per raggiungere gli obiettivi di riduzione dei gas serra”.

“New York aveva stabilito l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra del 40% entro il 2030”, ha detto Enck alla NBC. “Lo stato non raggiungerà questo obiettivo se l’operazione di mining di Greenidge Bitcoin continua”.

I documenti ottenuti attraverso una richiesta di registrazione aperta da Earth Justice, un sostenitore dell’ambiente senza scopo di lucro, mostrano che le emissioni dell’impianto sono aumentate alle stelle da quando Greenidge ha iniziato a usarlo per alimentare le operazioni di estrazione di Bitcoin, ha riferito la NBC.

Alla fine del 2020, le emissioni equivalenti di anidride carbonica dell’impianto ammontavano a 243.103 tonnellate, rispetto alle 28.301 tonnellate di gennaio, afferma il rapporto. L’impianto ha generato emissioni di carbonio di appena 119.304 tonnellate nel 2018 e 39.406 tonnellate nel 2019, secondo i documenti federali ottenuti da Earth Justice.

I critici temono che anche altri impianti precedentemente chiusi potrebbero essere riaperti per supportare gli sforzi di mining di Bitcoin.

Intanto sarà avviata una nuova centrale elettrica per mining Bitcoin in Carolina del sud

Greenidge ha annunciato la scorsa settimana che aprirà una nuova operazione di mining di Bitcoin a Spartanburg, nella Carolina del Sud, in una tipografia in pensione di proprietà di Atlas. A dire il vero, anche l’impianto di Greenidge sul lago Seneca ha i suoi sostenitori locali.

I vigili del fuoco di Dresda hanno accettato una donazione di $ 25.000 dalla società, secondo la NBC, e il distretto scolastico ha ricevuto un regalo di $ 20.000. Gwen Chamberlain, ex direttrice di giornali locali, fa parte di un comitato consultivo della comunità che lavora con Greenidge.

“La base imponibile sta crescendo e questo aiuta enormemente la scuola, la contea e la città”, ha detto Chamberlain a NBC News. “Il loro impiego è sempre stato buono, posti di lavoro solidi per i lavoratori locali”.

Dunque, tante critiche, ma anche opportunità per la popolazione locale. Un po’ quanto accade per altri tipi di strutture, che se da un lato provocano danni ambientali, dall’altro creano anche ricchezza. Sebbene, solo in parte diffusa per la popolazione locale ma soprattutto per chi le gestisce.

Vi aggiorneremo sulla situazione del minining di Bitcoin nelle nuove farm USA. Nel frattempo se volete investire in criptovalute con piattaforme sicure vi consigliamo eToro, un broker regolamentato con cui negoziare sulle principali criptovalute.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here