Amazon allarga i suoi orizzonti e delinea la strategia della sua futura valuta digitale

È ormai noto come Amazon abbia iniziato delle ricerche in ambito crittografico e sembra stia puntando a sviluppare un valuta digitale tutta sua.

Proprio per questo la società ha scelto di approfondire la sua conoscenza degli ecosistemi e delle criptovalute, con l’obiettivo di arrivare a tecnologie più “raffinate”. A sottolineare il cambio di rotta del colosso dell’e-commerce, ci sarebbe anche una nuova posizione aperta all’interno della società, che è alla ricerca di un esperto di pagamenti crittografici.

Possiamo quindi notare come Amazon voglia reggere il ritmo della concorrenza nella corsa alle valute digitali. Anche per questo motivo ha deciso di lanciare un nuovo progetto in Messico, focalizzato sui mercati emergenti, compreso quello delle valute digitali.

Se volete iniziare a investire in criptovalute potete affidarvi a broker come eToro che consentono di negoziare sulle principali criptovalute ed offrono servizi molto interessanti come il copy trading.

Amazon e i progetti in Messico

Fonti certe confermano che Amazon ha aperto una posizione lavorativa come product leader in Messico, per il settore dei pagamenti emergenti.

Per gli esperti, una ricerca di questo tipo confermerebbe le ipotesi secondo cui Amazon starebbe lavorando allo sviluppo di una valuta digitale. Infatti, con la dicitura pagamenti emergenti, il colosso degli acquisti online ha confermato il suo interesse nei confronti del settore crittografico.

Secondo quanto riportato dalla stessa società: “Il nuovo prodotto consentirà ai clienti di convertire i contanti in valuta digitale, con la quale potranno godere di alcuni servizi online. Tra questi sono ovviamente inclusi l’acquisto di beni, o di servizi come Amazon Prime Video”.

Ad avvalorare la volontà di Amazon di “abbracciare” le criptovalute emergenti c’è anche un altro annuncio, calibrato sul Messico, che fa un preciso riferimento ai mercati emergenti.

La situazione del mercato crittografico

Dalla fine di maggio il settore delle criptovalute ha affrontato una fase piuttosto dura, che molti definiscono bear market.

Con questo termine si fa riferimento ad una fase del mercato caratterizzata da spinte ribassiste, che ha trascinato verso valori minimi la quotazione di molte cripto. Prima tra tutte ovviamente Bitcoin, che come ormai sappiamo influenza buona parte degli andamenti del mondo crittografico.

Questo è dovuto soprattutto a notizie negative legate alle criptovalute, come ad esempio la recente proposta di tracciamento dell’Europa, i noti problemi di Binance con gli enti di controllo e ancora i ripetuti veti posti alle criptovalute dalla Cina. Questa situazione non può che destabilizzare il mercato delle valute digitali, anche se nell’ultimo periodo sembra aver superato la crisi.

Proprio in questo contesto prende vita la decisione di Amazon che, esattamente come le dichiarazioni di Elon Musk qualche tempo fa, ha dato una nuova spinta a Bitcoin. La regina delle criptovalute infatti è riuscito a tornare intorno alla quota di 40.000 dollari, dopo il pericoloso crollo sotto la soglia dei 30.000 dollari.

La ricerca di Amazon

Il team che si occupa dell’accettazione e dell’experience dei pagamenti su Amazon, come abbiamo anticipato, è alla ricerca di una nuova risorsa.

In particolare sta cercando un product leader, esperto in valute digitale e blockchain e che abbia già conosciuto contesti crittografici, per guidare la visione generale del prodotto.

L’obiettivo è quello di sviluppare una strategia aziendale nuova e più ampia, che possa comprendere anche l’utilizzo di criptovalute, e ovviamente una road map del prodotto. La nuova risorsa, che guiderà un team di specialisti, sarà responsabile dei pagamenti dei clienti Amazon sui siti del colosso dell’e-commerce e attraverso i suoi servizi globali.

Insomma lo specialista ricercato da Amazon lavorerà a stretto contatto con i team di tutta quanta la società per progettare tutto quello che riguarda il progetto crittografico di Amazon. Nello specifico lavorerà alla roadmap, compresa l’esperienza finale del cliente, e a strategia tecnica, capacità e note del posting.

Ovviamente l’applicazione al profilo lavorativo richiede una serie di qualifiche relative al settore, sia finanziario che dell’e-commerce. Tra queste troviamo sicuramente la profonda comprensione delle valute digitali e degli ecosistemi crittografici, ma soprattutto la conoscenza delle tecnologie correlate a questo settore.

Criptovalute nel futuro di Amazon?

Alla luce dei fatti però non è ancora chiaro se Amazon stia effettivamente considerando di lanciare una propria valuta digitale. In ogni caso, se il progetto dovesse realmente prendere vita, segnerebbe un grande passo nel processo di accettazione delle criptovalute come metodo di pagamento.

Anche se l’azienda non ha ancora dato una risposta precisa in merito. Tuttavia, secondo Cointelegraph, l’annuncio di lavoro conferma la crescente attenzione di Amazon per il settore delle valute digitali. Inoltre pare che l’azienda abbia apparentemente sviluppato un nuovo servizio per consentire ai suoi clienti di fare acquisti utilizzando valuta digitale.

Vi aggiorneremo sulla situazione di Amazon e le criptovalute. Nel frattempo se volete investire in criptovalute con piattaforme sicure vi consigliamo eToro, un broker regolamentato con cui negoziare sulle principali criptovalute.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here